Grottammare-Cagliese 2-1
GROTTAMMARE: Domanico, Iampieri, Manni, Oddi, Pulcini, Traini, Puglia, Ionni, Laino (70° Costanzo), Del Moro, Napolano (85° Pasquini). A disposizione: Di Salvatore, Croci, Marcatili, Gasparroni, Vinciguerra. Allenatore: Amaolo.
CAGLIESE: Casali, Casavecchia (77° Luchetti), Fatone, Pigna, Fenucci, Santi, Pucci ( 62° Pagliardini), Santinelli (67° Bellagamba), Ludovisi, Misso, Prosia. A disposizione: Paiardini, Antonacci, Tagliatesta, Barzotti. Allenatore: Cornacchini.
Arbitro: Ceccarelli di Terni.
Reti: 34° Pulcini (G), 38° Fatone (C), 59° Laino (G).
Ammoniti: Puglia, Ionni (G), Ludovisi.
Espulsi: Santi, per doppia ammonizione.
Spettatori: 150 circa.
GROTTAMMARE – Dopo quasi un mese il Grottammare, contro la Cagliese, torna a festeggiare una vittoria. L’ultima risaliva allo scorso 1° ottobre, quando i biancazzurri superarono di misura la Maceratese. Stavolta gli uomini di Amaolo mettono a segno due reti tutte in una volta – mai era capitato sinora – e, soprattutto, si mette al riparo da cattive sorprese per quello che riguarda la classiffica. Una graduatoria molto corta ma che, non fossero arrivati i 3 punti, si sarebbe complicata.
La gara. Padroni di casa ancora orfani di Maffucci e Fanesi, ospiti che cercano di riscattare una classifica non propriamente congeniale agli obiettivi dichiarati a inizio stagione. Primo tempo comunque avaro di emozioni, coi due undici che si studiano fin troppo. Taccuino bianco sino al 21°, quando con un tiro da fuori area il Grottammare si fa vedere dalle parti di Casali. Sette minuti dopo una punizione di Traini fa trattenere il fiato agli ospiti, ma la conclusione del numero 6 biancazzuro è sballata.
Al 34° un brutto fallo di Santi su Napolano regala una punizione dal limite al Grottammare, che viene battuta magistralmente da Pulcini, il quale piega le mani del portiere e porta in vantaggio i suoi. La gioia del Grottammare dura poco però, perché sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Misso, Fatone trafigge di testa Domanico e riporta il risultato in parità. Tutto qua: prima frazione di gioco che si chiude tra la noia generale.
Nel secondo tempo la Cagliese prova a pressare di più, ma è il Grottammare a menare le danze. Al 59° una bella azione di Puglia disorienta la difesa avversaria; la palla finisce sui piedi di Laino e il giovane ex Salernitana conclude di destro, rasoterra, insaccando la porta cagliese. Gli ospiti cercano di ristabilire le sorti dell’incontro, ma la difesa biancazzurra non si fa sorprendere. Sono anzi proprio gli uomini di Daniele Amaolo che con rapidi contropiedi provano a chiudere la partita. Finisce 2-1 col Grottammare che può tornare a festeggiare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 300 volte, 1 oggi)