MONTEPRANDONE – Insolita domenica di riposo per l’Handball Club Monteprandone che, archiviate le prime due, deludenti giornate di campionato, osserva subito un turno di stop, come da calendario.
E’ proprio il caso di dire: mai sosta fu più propizia. Gli uomini di mister Iadarola infatti, come detto, hanno inaugurato la stagione in maniera inadeguata, non sembrando ancora calati appieno nella mentalità di una categoria difficile come la B. Troppi errori in fase di costruzione e anche di finalizzazione – su tutti i cinque tiri da sette metri falliti a Cassino – ma soprattutto una concentrazione a fasi alterne. Risultato: Fabio Poletti e soci sono ancora a quota zero nella classifica del girone D, seppure in compagnia del Guardiagrele.
I celesti in ogni caso in settimana – all’attivo le solite tre sedute di lavoro – hanno cominciato a preparare il prossimo impegno, che li vedrà opposti all’Ancona, ospite al Colle Gioioso sabato 4 novembre. I dorici, la stessa formazione che l’anno passato ha battuto i monteprandonesi nel corso dell’ultima partita della stagione regolare, domenica, dopo l’esordio vincente di due settimane fa, sono caduti in casa della Lazio, squadra che si conferma come la meglio attrezzata per candidarsi al salto di categoria (non a caso è già prima).
Infermeria ancora piena per i celesti: out Daniele Poletti e Consorti, i quali daranno forfait anche contro l’Ancona, andranno valutate le condizioni del vicecapitano Pierpaolo Romandini, alle prese con uno stiramento alla coscia destra. Da ultimo segnaliamo che la prossima settimana (martedì o giovedì) l’Hc proverà a organizzare un’amichevole contro l’Ascoli, compagine di A2.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 434 volte, 1 oggi)