SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono state sospese poco prima delle 19 le ricerche dei tre marittimi dispersi da ieri mattina nelle acque a largo di Porto San Giorgio. Le operazioni di recupero dei naufraghi, coordinate dalla Direzione Marittima di Ancona, erano state avviate intorno alle 6 di questa mattina. Le motovedette della Capitaneria di Porto di San Benedetto e Porto San Giorgio coadiuvate dai mezzi della Guardia di Finanza e dal Nucleo sommozzatori di Ancona hanno scandagliato perl’intera giornata il tratto di mare in cui presumibilmente sono finiti Francesco Annibali, 39enne sambenedettese, il 60enne Luigi Luchetti di Martinsicuro, e il tunisimo Ounis Gasmi, 51 anni.

E’ convinzione diffusa ormai che i tre dispersi siano rimasti intrappolati all’interno del motopeschereccio affondato. I sommozzatori grazie ad una speciale apparecchiatura sono riusciti ad individuare la posizione dello scafo, raggiungendo gli 80 metri di profondità, ma non hanno potuto accertare la presenza dei marittimi dentro o nelle vicinanze dell’imbarcazione.

Le perlustrazioni riprenderanno domani all’alba.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.151 volte, 1 oggi)