SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Per elaborare con la base la nascita del partito democratico il modo migliore è quello di convocare il prima possibile i Congressi Comunali di tutti gli iscritti». Fernando Palestini, capogruppo della Margherita, interviene sulla vicenda delle tessere false nel suo partito, sollevata recentemente dalla trasmissione “Striscia la notizia”.
«Personalmente considero un bene per il nostro partito che la vicenda sia esplosa a livello nazionale – continua Palestini – e spero possa avere ripercussioni positive anche a livello locale». Per restituire una immagine positiva al suo partito, Palestini propone un congresso comunale come premessa per un congresso provinciale che porterebbe alla elezione democratica del nuovo segretario.
«La Margherita – prosegue Palestini – ha avuto al suo sorgere un’idea fortemente innovatrice che è stata quella di costituirsi in Circoli che dovevano diventare lo strumento concreto per avvicinare la gente comune alla politica. Ma purtroppo la forza propulsiva dei Circoli si è esaurita col passare del tempo perché le loro istanze non sono mai state adeguatamente prese in considerazione».
Palestini consiglia al suo partito di individuare una maggioranza interna e fare propri i reali problemi della gente. «Faccio mia la preoccupazione del sindaco di Venezia Massimo Cacciari che invita il partito a occuparsi di politica perché è così che si ottengono i voti e non con le tessere».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 306 volte, 1 oggi)