ACQUAVIVA PICENA – I tifosi dell’Acquaviva – e non solo – alla vigilia del campionato, mai si sarebbero aspettati di ritrovare la propria squadra sulla cima della graduatoria del girone D. E’ vero, siamo appena alla sesta giornata, ma gli aranciocelesti erano partiti con ben altri propositi.
La squadra infatti, come più volte ribadito da mister Mascitti, è stata costruita per la salvezza. «Dobbiamo fare il maggior numero di punti possibile per non giungere alla fine del torneo con la paura di dover disputare i play out, come è accaduto lo scorso anno», ha sottolineato il tecnico acquavivano.
«Ci fa piacere essere al vertice benché gli obiettivi siano altri – ha proseguito – Avevamo qualche timore in merito all’approccio a questo campionato, visto che la squadra è rinnovata per i suoi tre quarti. Le gare con Petritoli, Comunanza e Stella saranno il nostro banco di prova. L’importante è rimanere umili».
Cominciamo dalla sfida al Petritoli. «Gara difficile – replica Mascitti – Ci dovranno temere visto che entrambi abbiamo segnato 13 reti. Per il resto è una formazione già collaudata, guidata da un certo Bugiardini, giocatore che ha militato nelle fila dell’Ascoli. Quello che viene, viene».
Assente sicuro Traini, che dovrà scontare l’ultimo turno di squalifica. In dubbio l’utilizzo di Casagrande per un risentimento inguinale e di Deogratias per una botta al polpaccio. Recuperato Spina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 452 volte, 1 oggi)