Santegidiese-Grottammare 2-1
SANTEGIDIESE: Merletti, Imbriaco, Fasciani, Casali D., Scaramazza, Baldassarro, Damiano, Galiffa, Casali M., Vespa, Gonzales (30′ st Aloisi). A disposizione: Spinelli, Di Emidio, Di Antonio, Di Julio, Rapino, De Berardinis. Allenatore: Piccioni.
GROTTAMMARE: Domanico, Iampieri, Manni, Oddi (32′ st Costanzo), Pulcini, Traini, Puglia (42′ Vergari), Ionni, Laino, Del Moro, Napolano. A disposizione: Di Salvatore, Marcatili, Pasquini, Gasparroni, Vinciguerra. Allenatore: Amaolo.
Arbitro: Donzelli di Terni.
Marcatori: 26′ Gonzales (S), 4′ st Vergari (G), 10′ st Casali M.
Note: presenti circa 600 spettatori, cun una cinquantina di tifosi provenienti da Grottammare. Rigore parato da Domanico al 28′ st a Galiffa.
SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Manni non vale Fanesi e Maffucci. Non ce ne voglia il buon Massimiliano, all’esordio con la maglia della squadra della sua città, ma il Grottammare, orfano dei suoi due attaccanti migliori, a Sant’Egidio cade per la prima volta da inizio stagione, mostrando grossi limiti in fase offenvisa.
Il duo Laino-Napolitano – come dire: i ragazzi cresceranno – non garantiscono ancora quel quid di esperienza e scaltrezza che in serie D, categoria che più ostica non si può, fa la differenza. Quel quid d’altro canto, che possiede la formazione di mister Piccioni, la quale in 90 minuti ha tre, dicasi tre palle gol e ne monetizza due. Il massimo col minimo sforzo? Può darsi, ma il Grottammare visto in Abruzzo ha lasciato molto a desiderare dalla cintola in giù. E gli errori in difesa, non scopriamo l’acqua calda, alla fine si pagano.
La cronaca. In apertura, all’8′, si fanno vedere gli ospiti con un colpo di testa di Traini fuori di poco. Al 19′ bella punizione di Napolano; la conclusione dell’ex San Marino dà solo l’illusione ottica del gol. Al 26′ abruzzesi in vantaggio, complice un’indecisione di Oddi che si fa anticipare dall’ottimo Gonzales, lesto a involarsi verso la porta ospite e ad “uccellare” Domanico con un mezzo pallonetto. Il primo tempo si chiude con un’occasione per Traini che, defilato sulla destra, lascia partire un bel fendente.
Nella ripresa al pronti, via i marchigiani trovano il pari: traversone dalla sinistra di Manni, Vergari, da 25 metri, non ci pensa due volte e col sinistro batte al volo. La palla si insacca sotto il sette. Gol da manuale. All’8′ il neoentrato ci riprova, sempre dalla distanza, ma stavolta è il palo a negargli la gioia della doppietta personale. Al 10′ la Santegidiese colpisce ancora: Iampieri si fa superare sull’out sinistro, la palla arriva a Casali che, nonostante la difesa biancazzurra sia posizionata, con lo stinco devia in rete. Al 25′ Grottammare ancora sciupone: Traini imbecca Napolano, il quale a tu per tu con Merletti manda fuori. Al 28′, in seguito ad un fallo di mano di Pulcini, gli abruzzesi potrebbero triplicare, ma il tiro dagli 11 metri di Galiffa viene parato da un attento Domanico.
E’ l’ultima, vera emozione della partita. Santegidiese a una lunghezza dalla capolista Montecchio, Grottammare a metà del guado, a quota 7 punti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 593 volte, 1 oggi)