Supernova-Joints 78-64

SUPERNOVA: Melchiorri, Bongelli, Dedic, Berdini, Di Angilla, Gray, Mazzaferro, Rinaldetti, Sabbatini, Pini. Allenatore: Di Giovanni.

JOINTS: Ciardelli 19, Mancinelli 8, Nespeca 14, Riccardi 1, Camerano, Pulcini, Valori 2, Ciccorelli 6, D’Incecco 5, Mattioli 9. Allenatore: Reggiani.

Arbitri: D’Angelo e Ciaccafava.

MONTEGRANARO – Andrea Reggiani aveva chiesto ai suoi una prestazione sulla scia di quelle sfornate contro Cestistica e Basket Ascoli.

E’ stato accontentato: a Montegranaro, contro la Supernova, la Joints ha confermato i passi in avanti compiuti nelle ultime settimane. I padroni di casa – che peraltro giusto la settimana scorsa hanno visto annullarsi il successo nel match d’esordio contro Macerata (oltre allo 0-20 a tavolino i calzaturieri sono stati penalizzati di un punto), per aver schierato Berdini, il quale doveva scontare un turno di squalifica – hanno forse faticato più del previsto.

I rossoblu, davanti ad un nutrito pubblico, col vecchio palazzetto montegranarese quasi al completo, partivano subito forte e costringevano il quintetto di coach Di Giovanni ad inseguire. Il primo quarto si chiudeva sul 22-17 in favore degli ospiti, i quali facevano leva su un Ciardelli strepitoso, capace non solo di andare a canestro con una certa facilità – chiuderà con 19 punti, topscorer della sua squadra – ma anche di tenere a bada un certo Gray, l’americano fiore all’occhiello della Supernova.

Nel secondo quarto la Supernova, che pure doveva fare i conti con un Dedic leggermente sottotono, si rifaceva sotto, sorpassando la Joints. 39-35 il parziale di metà partita. Joints costretta a rincorrere anche nel terzo quarto, poi nella parte finale di partita i rossoblu si portavamo a -3, tenendo fino agli ultimissimi minuti, quando i padroni di casa indovinavano lo sprint finale. Terminava 78-64, risultati bugiardo, non fosse altro per l’atteggiamento degli arbitri, molto permissivi nei confronti della Supernova e, di contro, severi al cospetto degli ospiti – prova ne sono i 27 falli fischiati ai sambenedettesi, al contrario dei 12 appannaggio di Berdini e compagnia. 

“I ragazzi hanno giocato con una buona intensità emotiva – commentava a fine gara coach Reggiani – Purtroppo ci sono mancati i punti di Mattioli, Riccardi e Valori, mentre Ciardelli, Nespeca e Mancinelli hanno disputato una partita sopra le righe. In ogni caso sono soddisfatto, nonostante la sconfitta. Devo sottolineare da una parte la pessima direzione di gara degli arbitri, dall’altro l’atteggiamento del pubblico di casa, molto scorretto nei nostri confronti: alla fine per poco non ci scappa la rissa”.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 409 volte, 1 oggi)