SAN BENEDETTO DEL TRONTO – An e Nuovo Psi puntano il dito contro il degrado igienico e la mancanza di manutenzione nell’area dell’ex camping sul lungomare Marconi. Un’immagine poco dignitosa per un’area molto frequentata da anziani e da bambini.

A seguito della segnalazione di alcuni cittadini, Paolo Forlì del Nuovo Psi e il capogruppo di An Luigi Cava hanno scattato alcune foto, che pubblichiamo, per denunciare una totale noncuranza da parte dell’amministrazione comunale e dell’assessore all’ambiente Canducci. «Una situazione di totale degrado. Da una estremità all’altra dell’intera area risultano sparsi ovunque bottiglie di vetro e di plastica, escrementi, cartacce, sacchetti, contenitori, lattine in alluminio e quant’altro». A ridosso della siepe, come risulta da una foto diffusa dai due politici, c’è della sporcizia che non viene rimossa da svariate settimane.

Il degrado, secondo Forlì e Cava, è ancora più grave per la presenza del monumento dedicato all’uomo simbolo del turismo sambenedettese, Marcello Camiscioni, oltre che per la vicinanza della sede dell’Assoalbergatori.

Che fare? Sicuramente c’è bisogno di una migliore pulizia da parte dei responsabili al decoro cittadino, in primo luogo da parte della Picenambiente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 421 volte, 1 oggi)