GROTTAMMARE – La solidarietà fa ancora tappa a Grottammare: dalla collaborazione dei centri per disabili Biancazzurro e Ce.Di.S.E.R Arcobaleno nasce Arcazzurro, progetto che unisce tutte le attività pre-lavorative che si svolgono all’interno dei due centri.
Si tratta di un “percorso solidale” che vede impegnati attivamente tutti i ragazzi dei centri facenti parte del consorzio per le cooperative sociali Copnet, nella realizzazione di manufatti artistico-artigianali facilmente commerciabili all’interno dei mercati cittadini di San Benedetto e Grottammare, dove verranno dedicati degli appositi stand all’Arcazzurro. Il ricavato servirà per il finanziamento di iniziative e servizi a sostegno dei portatori di handicap, per l’allestimento di nuovi spazi e l’acquisto di attrezzature.
Il Comune di Grottammare si è posto nella condizione di essere il “primo cliente” dell’Arcazzurro, avendo commissionato dei piatti con decorazioni raffiguranti la Perla dell’Adriatico. Il sindaco Luigi Merli ha precisato che «questa iniziativa aiuta ad uscire dalle mere formule assistenziali, perché il progetto utilizza le risorse dei ragazzi in modo da potersi confrontare con la realtà che li circonda: è dunque un piacere aderirvi».
«Questa unione tra i due laboratori» ha continuato il presidente del Consorzio Cooperative Copnet, Lucia Albano, «rappresenta un primo passo per il coinvolgimento anche delle altre cooperative come il Filo D’Arianna, l’Oleandro, Opera Amica e sarebbero graditi anche gli aiuti provenienti da aziende pubbliche o private desiderose di partecipare a questo percorso».
Oltre alla regolare partecipazione ai mercati cittadini tutti i ragazzi sono al lavoro per la Fiera di San Martino dell’11-12 Novembre: un appuntamento irrinunciabile dove dovrebbero partecipare con un “enorme” stand.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 423 volte, 1 oggi)