SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La tintarella personalizzata. E’ questa la più simpatica e bizzarra novità che i concessionari di spiaggia della Fiba Confesercenti hanno trovato nella loro visita al Sun di Rimini. Alcuni di loro hanno già pensato di proporla per la prossima estate nei loro chalet. Grazie ad un sistema satellitare, con l’aiuto di un telefonino, ognuno, rispondendo ad alcune domande di natura ambientale (ad es. la città dove si prende la tintarella, inclinazione del sole, condizioni meteorologiche …) e di carattere personale (colore dei capelli, degli occhi, descrizione della propria pelle…), potrà conoscere per quanti minuti potrà mettersi al sole senza rischiare scottature.
Il corposo gruppo della Confesercenti (nella foto) ha partecipato, insieme ai colleghi della Confcommercio e della Confartigianato, al convegno sulle novità della Finanziaria per la categoria dei concessionari di spiaggia dal quale è emerso, oltre alla soddisfazione per la conferma dell’abolizione dell’aumento del 300% dei canoni, anche la volontà di limare ancora alcune incongruenze sottolineate dagli operatori. Ci sarà infatti un nuovo incontro con il Governo per dare una soluzione alla questione delle concessioni di pertinenza demaniale (cioè i cosiddetti chalet storici).
«In effetti – dice il responsabile sindacale Fiba, Roberto Sestri – la questione sarà trattata con maggior approfondimento da parte dei responsabili nazionali in quanto per queste tipologie si sconterebbero aumenti dei canoni piuttosto consistenti, in quanto le nuove tariffe deriverebbero, oltre che da un moltiplicatore pari al 6,5, anche da un penalizzante aggancio a parametri propri degli affitti praticati nelle località in cui sono ubicate le strutture».
Della questione si tratterà in un nuovo incontro a livello nazionale con i rappresentanti del Governo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 549 volte, 1 oggi)