Amandola-MartinC5 4-5
AMANDOLA: Pucci, Carnveli, Marcozzi, Pascucci, Mattei, Lupi, Marini, Fabiani, De Luca, Mancini, Dionisi (SP)
MARTINC5: Rastelli, Spinosi, Angelucci, Pazienza G., Pazienza S., Trasatti, Di Felice, Massetti, Re, Matè, La Valle (SP)
Ammoniti: Mattei (A), Marcozzi (A), Marini (A), Carnevali (A), Matè (M), Pazienza S. (M)
Esplusi: Mattei (A) e Marcozzi (A) per doppia ammonizione, Rastelli (M) per gioco scorretto
Parziali: 0-1 / 1-1 / 1-2 / 1-3 / 2-3 / 2-4 / 2-5 / 3-5 / 4-5
MANTIRSICURO – La seconda giornata del campionato di serie D girone H, porta bene ai ragazzi del Martin C5 che espugnano meritatamente il “catino” infuocato di Amandola e volano a punteggio pieno in testa al raggruppamento.
Il risultato finale (5-4) non rende pieno merito alla bella prestazione dei biancazzurri, che hanno tenuto sempre il pallino del gioco, vanificando diverse nitide palle gol, soprattutto nella ripresa, quando i locali sono stati costretti a giocar per ben due volte in inferiorità numerica a causa delle espulsioni per doppio giallo rimediate prima da Marcozzi e poi da Mattei.
La gara. Fin dall’inizio è il MartinC5 a gestire l’incontro e dopo una bella percussione di Angelucci, al 10′ Stefano Pazienza trafigge l’estremo locale Pucci con un secco diagonale dal limite. L’Amandola non ci sta e trova il pari con un bolide dalla distanza di Marini, leggermente “sporcato” dal tocco involontario di Di Felice.
I martinsicuresi reagiscono alla grande e prima capitan Spinosi con un perfetto tocco di punta, poi ancora Pazienza, che sfrutta una grossa ingenuità dei giocatori granata, riportano il risultato a favore del MartinC5. La squadra sibillina viene rimessa in partita da una bella giocata di Carnevali (uno dei migliori in campo), ma prima della fine del tempo incassa la quarta rete di Re che buca ancora l’incolpevole Pucci.
La seconda frazione si apre con la veemente reazione dell’Amandola che tenta, con diverse palle lunghe di sorprendere la difesa ospite. A questo punto si erge a protagonista assoluto della gara, l’arbitro il quale prima “inventa” l’espulsione del portiere biancazzurro Rastelli per un misterioso fallo di mano commesso fuori dall’area e poi manda sotto la doccia, per somma di ammonizioni, Marcozzi e Mattei.
Tutto sembra facile per i ragazzi di mister Marconi ma incredibilmente Angelucci, Matè e Di Felice mancano di un nulla il punto per chiudere la gara; ma è lo stesso Di Felice con una prodezza balistica a depositare la palla sotto la trasversale di Pucci. 2-5.
Le emozioni non sono ancora finite. L’Amandola trova la rete della speranza grazie a Fabiani, lesto ad infilarsi tra le maglie dei difensori truentini e battere l’estremo La Valle, subentrato a Rastelli. Il giovane portiere biancazzurro, nonostante le precarie condizioni fisiche, diventa l’ereo di giornata salvando la propria porta in diverse occasioni e respingendo un insidioso tiro libero dai dieci metri di Carnevali.
Il finale di partita si fa caldo a causa delle decisioni a dir poco cervellotiche dell’arbitro, il quale concede la rete del 4-5 all’Amandola nonostante un evidente fallo di De Luca su Angelucci. Ma per i ragazzi di mister Pascucci non c’è più tempo ed è il MartinC5 a festeggiare la prima vittoria esterna della stagione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 500 volte, 1 oggi)