SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In vista della costituzione della nuova Provincia di Ascoli (dopo il “divorzio” di Fermo), c’è l’esigenza di pensare al territorio e all’Amministrazione Provinciale in maniera diversa; in quest’ottica, sosteniamo che debba essere potenziato il rapporto tra le due più importanti città.

Siamo convinti, in linea con quanto affermato dal Sindaco Giovanni Gaspari, che «San Benedetto è la città più dinamica nella provincia e la sua importanza non può essere sottovalutata, nel prossimo futuro potrà essere capofila di una Unione di Comuni di un territorio di oltre 100.000 abitanti».

E’ necessaria la costruzione di una Provincia bipolare che integri le diverse caratteristiche territoriali. In questo senso costituiscono la giusta premessa simbolica anche quelle iniziative sportive e culturali che si sono svolte di recente e che hanno contribuito a integrare e coinvolgere le due realtà, un esempio per tutti la maratona Ascoli – San Benedetto.

Pensiamo che vada potenziato il decentramento degli uffici amministrativi, ben venga il trasferimento di funzioni se questo renderà l’azione amministrativa provinciale più efficiente ed efficace e contribuirà allo sviluppo dell’intero territorio, la vicinanza degli uffici potrà favorire l’integrazione fra le politiche attuate dai diversi livelli amministrativi.

Siamo consapevoli, inoltre, che San Benedetto del Tronto sarà il motore economico della nuova Provincia, anche in considerazione del fatto che, essendo la prima città turistica del territorio, sarà quella che in prospettiva avrà maggiori previsioni di crescita in riferimento alle stime dei più importanti economisti, che vedono il settore turistico come volano della ripresa economica per il nostro paese.

Il gruppo DS ritiene fondamentale puntare, oltre che sui settori commercio e servizi, sulla risorsa mare nel suo complesso e naturalmente sul turismo. Ciò in linea con l’azione di governo, che nel dibattito che ha preceduto la finanziaria ha prospettato un investimento sostanzioso dell’Italia rispetto al proponimento di interagire in relazione alla distribuzione dei flussi turistici mondiali, prefissandosi l’obiettivo di passare dal quinto posto alle primissime posizioni della classifica del settore.

San Benedetto può essere la porta del territorio piceno verso l’Europa che verrà, valorizzare il suo ruolo è un investimento sul futuro di tutto il territorio della nuova Provincia.

* Capogruppo e vice-capogruppo dei Ds in Consiglio comunale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 632 volte, 1 oggi)