SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Secondo giorno di lavoro per Guido Ugolotti che oggi ha diretto un doppio allenamento. La comitiva rossoblu infatti, sia al mattino che al pomeriggio ha sudato al Ciarrocchi di Porto d’Ascoli.
Si è unito al gruppo, dopo una lunga assenza, l’ex Fermana Forò, al contrario sono rimasti fermi Esposito e Fragiello, il quale, sofferente per il noto problema all’adduttore quasi certamente darà forfait a Giulianova (al Fadini rientrerà Visone, che ha scontato i tre turni di squalifica rimediata nel corso dell’infausta trasferta di Lanciano). Nel pomeriggio si è fermato pure Landaida, ma in via del tutto precauzionale. Il portiere Consigli ha continuato il lavoro di potenziamento muscolare prescrittogli dallo staff tecnico.
Stessa razione domani: al mattino Criniti e compagnia si alleneranno al Ciarrocchi, mentre nel pomeriggio si trasferiranno all’Ama Campus di Pagliare. Com anticipato ieri dallo stesso Ugolotti, niente amichevole infrasettimanale. L’ex Acireale vuole infatti lavorare col gruppo, saggiandone e conoscendone più a fondo le potenzialità. Scontato dire che quella di domenica prossima, in casa del Giulianova, sarà una sfida particolarmente importante; Ugolotti ha già fatto capire che servono subito punti.
Per i rossoblu la classica prova del nove dopo i primi tre punti della stagione ottenuti contro il San Marino. Si va peraltro a fare visita ad una delle formazioni che al momento stanno peggio, non solo per la difficile condizione societaria con il patron Quartiglia che, come noto, entro fine anno è intenzionato a passare la mano, ma anche per i notevoli problemi di ordine tecnico. Quella giallorossa infatti è la compagine che, insieme al Martina, anch’esso fanalino di coda, vanta, si fa per dire, i numeri più preoccupanti: un solo gol all’attivo, dieci al passivo (la Samb in ogni caso, con undici reti subìte ha fatto peggio…), cinque sconfitte ed un solo pareggio, colto peraltro quasi un mese fa, alla seconda giornata (1-1), sul campo del Manfredonia.
Insomma, l’undici di mister Giorgini, nonostante i problemi, indubbi, della Samb, è avversario assolutamente alla portata. Alla vigilia di un doppio turno casalingo, contro Manfredonia e Cavese, mettere ulteriore fieno in cascina, sarebbe cosa di non poco conto. Ugolotti e i suoi ragazzi lo sanno. Come sanno che perdere contatto dalla zona tranquilla, ora a 4 punti (a quota 8 stazionano cinque formazioni, vale a dire Perugia, Ternana, Taranto, Manfredonia e Juve Stabia), significherebbe complicare, e di molto, il cammino verso la salvezza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 698 volte, 1 oggi)