SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il nuovo Polo della Lirica fra Ascoli e Fermo esclude dalla sua programmazione il Teatro delle Fonti di Ripatransone? La Riviera delle Palme intera e Ripatransone in particolare non ci stanno.
Gli assessori alla cultura dei comuni di Ripatransone, San Benedetto e Grottammare, come pronta risposta, puntano all’organizzazione di un programma culturale complementare e senza sovrapposizioni, all’insegna della specializzazione. Ripatransone per la lirica, San Benedetto per il teatro contemporaneo, Grottammare per il cabaret. Creare competizioni inutili causerebbe solo un indebolimento dell’immagine dei singoli Comuni, oltre che il disorientamento degli spettatori.

Purtroppo, dunque, Ascoli e Fermo (che coinvolgeranno però anche Jesi e Fabriano) non hanno degnato della minima considerazione la splendida struttura ripana, che da cinque anni ospita spettacoli dal vasto seguito di pubblico e dal confortante successo di critica (fra i documenti allegati si possono leggere in formato pdf le considerazioni di Remo Bruni, assessore alla cultura di Ripatransone, che elenca anche il ricco programma lirico allestito dal 2002 al 2006). Escludere la patria di Luigi Mercantini, del resto, vorrebbe dire escludere la Riviera delle Palme, quel vasto comprensorio che rappresenta oltre la metà del pubblico della stagione lirica ripana. Il Polo della Lirica Ascoli-Fermo cerca in questo discutibile modo di attirare finanziamenti regionali e statali sulla programmazione teatrale del sud delle Marche.
«Pensare a un progetto Ascoli-Fermo senza la Riviera – affermano gli amministratori ripani – ci sembra davvero un discorso parziale che non tiene conto di esperienze consolidate nel territorio e che possono arricchire di molto il progetto stesso».

San Benedetto e Grottammare appoggiano pienamente l’indignazione di Ripatransone e stanno per formalizzare una richiesta di adesione al nascente Polo della Lirica. L’assessore alla cultura Margherita Sorge afferma: «Il Comune di San Benedetto da 5 anni usufruisce in maniera produttiva e forte della stagione lirica ripana. Il rapporto di amicizia e di dialogo cominciato la passata estate proseguirà, perché questo è un modo di agire a favore della città territorio che va oltre le semplici parole». Il sindaco di Grottammare Luigi Merli accenna alla collocazione geografica di Ripatransone, “luogo ideale per bilanciare il duopolio Ascoli-Fermo” e ricorda la suggestione offerta dal Teatro delle Fonti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 922 volte, 1 oggi)