ACQUAVIVA PICENA – «Lo avevo detto che avremmo avuto un inizio di stagione alla nostra portata». Firmato Franco Mascitti.

L’Acquaviva, dopo quattro giornate, si trova in testa alla classifica, seppure in coabitazione con il Comunanza.
«Stiamo bene fisicamente. Era importante per una squadra giovane come la nostra partire in maniera positiva, anche se il nostro obiettivo rimane la salvezza». I complimenti da parte dei colleghi per i risultati e le prestazioni lo soddisfano ma i piedi rimangono ben piantati a terra. «Stiamo giocando discretamente – ha continuato mister Mascitti – sulla carta l’Acquaviva è una formazione nata per salvarsi. Vogliamo farlo il più veloce possibile e non come lo scorso anno attraverso i play out».
«Dopo quattro gare è presto per giudicare. Stella, Porto d’Ascoli, Comunanza, Petritoli, Sangiorgese sono molto più attrezzate di noi e saranno loro a contenersi i play off. Dal canto nostro dobbiamo fare più punti possibili per chiudere la stagione senza patemi d’animo».
L’Acquaviva ha il miglior attacco del campionato: dieci le reti all’attivo.
«Sono contento, è un dato positivo. Siamo una squadra che si propone spesso, cerca gli inserimenti. Va migliorato il reparto arretrato, in quattro gare abbiamo preso sempre un gol».
Sabato delicata sfida al Ciarrocchi contro il Porto d’Ascoli.
«I biancocelesti hanno un forte potenziale, possiedono grosse qualità. Hanno tutto le possibilità per la consacrazione definitiva; credo lo faranno molto presto. Sarà un match difficile perché i ragazzi di mister Grilli giocheranno per vincere visto il momento negativo che attraversano. Cercheremo di sfruttare le loro disattenzioni. Niente catenaccio, siamo una squadra offensiva».
Non sarà dell’incontro Spina (capocannoniere con 4 reti); per lui distorsione alla caviglia e due settimane di stop. Balletta invece è in fase di recupero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 518 volte, 1 oggi)