MONTEPRANDONE – Sale la tensione in casa Hc Monteprandone. A pochi giorni dall’esordio in campionato – sabato 14 ottobre, ore 18, al Colle Gioioso arriva la Polisportiva Lazio – i celesti si ritrovano a fare i conti con un paio di infortuni “eccellenti”.
Si sono fermati, potrebbero peraltro essere fuori casa anche in occasione della trasferta di Cassino, in programma domenica 22 ottobre, sia Consorti, alle prese con una dolorosa distorsione alla caviglia, sia Traini, out per un’infiammazione al tendine del ginocchio. Due problemi in più insomma per mister Pasquale Iadarola, già di per sé preoccupato in vista dell’esordio in B.
«Sappiamo poco delle squadre che andremo ad affrontare, ad eccezione di Ancona, contro cui abbiamo giocato l’anno scorso nell’unica gara che abbiamo perso, sul finire di stagione, e Pescara, sfidata in amichevole a fine settembre. Sono però sicuro di una cosa: all’inizio faremo fatica, ci servirà un po’ di tempo per sbloccarci. Se ci adatteremo alla categoria? Spero proprio di sì; le potenzialità ci sono, ci manca forse una certa predisposizione mentale nella gestione della gara. Sono curioso di constatare come se la caveranno i miei ragazzi. Certo è che la Lazio è un avversario molto temibile; ce lo hanno descritto come una delle compagini favorite per la promozione».
Intanto ieri sera, martedì, i celesti hanno fatto le prove generali in vista dell’inizio del torneo, affrontando, al Colle Gioioso, il Città Sant’Angelo, formazione militante in serie A2. Discreto il test per la banda Iadarola. Gli ospiti hanno vinto con cinque reti di scarto (27-22), non senza faticare. Buona la pertenza sestetto di casa – schierato all’inizio con Salladini tra i pali, Romandini, Sciamanna, De Cugni, Veccia, Fabio Poletti e Bissiri – che si portava avanti 10-2. Dopo una fase iniziale sottotono però, gli abruzzesi prendevano le misure agli avversari e centravano un break importante. Il primo tempo si concludeva 13-10. Nella ripresa il Città Sant’Angelo veniva fuori, sbagliando sempre meno e, soprattutto, facendo valere la maggiore esperienza ed un tasso tecnico indiscutibilmente superiore.
SETTORE GIOVANILE Lunedì scorso intanto hanno preso il via gli allenamenti del settore giovanili. Grande soddisfazione in seno al sodalizio monteprandonese, visto che agli ordini degli allenatori Anna Maria Poli, Sergio Perozzi e Giulia Cerisoli, c’erano la bellezza di 34 bambini, dai 12 ai 14 anni.
La numerosa ed entusiasta partecipazione dei giovani atleti è il premio più bello per una società che intende far sviluppare uno sport difficile ma al tempo stesso affascinante come la pallamano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 407 volte, 1 oggi)