Joints-Cestistica Ascoli 75-70
JOINTS: Riccardi 11, Nespeca 10, Mancinelli, Ciccorelli 13, Valori, D’Incecco 4, Ciardelli 12, Mattioli 20, Camerano, Pulcini. All. Reggiani
CESTISTICA ASCOLI: Monachese 3, Bartolini 28, Prosperi 20, Ionni 6, Palmieri 2, Kadjo 6, Di Camillo, Fazzini, Corradetti, Calcagni. All. Petrelli
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il patron Tonino Valori aveva chiesto il pronto riscatto e la Joints non ha deluso il suo presidente, nonostante abbia dovuto sudare sino in ultimo per avere ragione di una Castistica Ascoli che ha cercato di vendere cara la propria pelle. E’ stata una tripla di capitna Riccardi, ancora un volta tra i migliori, a regalare la certezza della vittoria al quintetto di Andrea Reggiani, ancoa lontano da una codizione agonistica e mentale tale da far dormire su due guanciali gli appassionati della pallacanestro sambenedettese.
Fatto sta che il primo di questi due derby casalinghi – sabato prossima al PalaSpeca (con inizio fissato sempre per le ore 21) sarà ospite il Basket Ascoli dell’ex Stirpe – è andato appannaggio dei rossoblu, se non altro più determinati e convinto rispetto alla gara di Cagli, persa malamente e senze attentuanti di sorta. Contro la formaizone ci coach Petrelli finisce 75-70, dopo un match, come detto, poco spettacolare, nervoso e dai contenuti tecnici scialbi.
I padroni di casa in avvio patiscono la verve dell’ex Prosperi (20 punti), anche se Mattioli e Riccardi limitano i danni (15-20). E’ lo stesso Mattioli, assieme a Nespeca, a tenere in ambasce la difesa ospite, chiudendo metà gara sopra di 4 (41-37). Nonostante le iniziative di un ottimo Ciccorelli (13 punti) l’Ascoli non molla, e Bartolini infila 17 punti di fila, fino a chiudere il terzo quarto in perfetta parità, sul 55 a 55.
Si lotta punto su punto, fino a quando la Joints, sotto di 3 (60-63), riesce a piazzare un minibreak di 5-0. Tornata sopra, la formazione di Reggiani pone quindi il sigillo sul match con una bomba di Riccardi alla quale la Cestistica non ha più tempo per replicare. Il tecnico rossoblu, a fine gara, sorride a metà. «Abbiamo colto un successo che, è inutile nasconderlo, dopo la preoccupante sconfitta di Cagli, ha un grande valore e per la classifica e per il morale. Indubbiamente dobbiamo lavorare ancora tanto, pecchiamo soprattutto in fase realizzativa. Speriamo di poter crescere e disputare un torneo quantomeno dignitoso».
Nel dettaglio riportiamo il quadro completo dei risultati maturati nel corso della terza giornata della divisione Marche si serie C2. A seguire la classifica aggiornata.
Pisaurum-Marzocca 52-72
Supernova Montegranaro-Jesi 87-70
Cagli-Chiaravalle 75-52
Pedaso-Ulissi Macerata 54-84
San Severino-Porto Recanati 62-76
Ascoli Basket-Porto Potenza 69-64
Fabriano-Urbino 79-66
Joints-Cestistica Ascoli 70-65
CLASSIFICA
Marzocca 6, Supernova Montegranaro 6, Porto Recanati 6, Fabriano 6, Cagli 6, Urbino 4, Joints 4, Ascoli Basket 4, Jesi 2, San Severino 2, Ulissi Macerata 2, Cestistica Ascoli 0, Chiaravalle 0, Porto Potenza 0, Pedaso 0, Pisaurum 0

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 472 volte, 1 oggi)