CONSIGLI 6: ordinaria amministrazione per il portierino dell’Under 20 azzurra. Si sporca i guantoni davvero in pochissime occasioni.
TINAZZI 5,5: si fa vedere poco in avanti, rendendosi protagonista di qualche amnesia di troppo. Da ritrovare.
VARRIALE 5,5: soffre in più circostanze; macroscopico l’errore – e non è il solo – al 20° del primo tempo, quando per poco non manda in gol Ceccarelli. Nel complesso non convince. Avremmo visto meglio Santoni dalla sua parte.
ESPOSITO 6: in netta crescita rispetto al recente passato. Sbaglia quasi nulla e alla fine risulta il più positivo del pacchetto arretrato rossoblu.
LANDAIDA 6: qualche incomprensione di troppo con Varriale nel primo tempo. Va molto meglio nella seconda frazione di gioco.
MICHELE SANTONI 6: ha il grande merito di servire a Morante la palla che vale ai rossoblu il gol del vantaggio, ma non pare trovarsi a proprio agio sull’out di centrocampo, dove non gioca da tempo.
CARLINI 6: pare sacrificato lungo l’out di centrocampo. La lampadina si accende troppo poco, anche se “sgomita” dall’inizio alla fine.
GIORGINO 6: tanto lavoro sporco per l’ex Lecce che “copre le spalle” a Loviso, più libero di inventare.
MORANTE 6,5: ha a disposizione poche palle gol. La più ghiotta la mette alle spalle del portiere sammarinese. Si dà da fare e appare in crescita. Non sembra esultare eccessivamente dopo il gol, anche se in sala stampa nega. Atteggiamento polemico? Verso chi semmai?
LOVISO 6: prezioso sia in fase di impostazione che di interdizione. Convince di più, come prevedibile, in una linea mediana a quattro.
OLIVIERI 6: tocca un’infinità di palloni, raramente però si rende pericoloso. Spesso gira alla larga dell’area di rigore ospite. Ha potenzialità ancora inespresse.
FANELLI (dal 24° st) s.v.: dà una mano nella zona nevralgica del campo, nell’ultima parte della partita, quando i rossoblu, soffrono, e non poco, il ritorno del San Marino.
MOMENTE’ (dal 28° st) n.g.: agisce da unica punta toccando pochi palloni. All’ultimo secondo ha la palla buona, ma la spreca.
ZAMMUTO (dal 37° st) s.v.: esordio in campionato per il difensore scuola Juve. Si piazza al centro della difesa al fianco di Esposito e Landaida.

CHIMENTI 7: ha il pregio di portare fortuna ai rossoblu. e non è poco. Anche stavolta esordisce con una vittoria cavando le classiche castagne dal fuoco. Mette in campo una squadra che dal punto di vista tattico non fa una grinza; molto più quadrato questo 4-4-2 rispetto alla Samb di Calori. Unico neo: al posto di Varriale avremmo visto meglio Santoni. Speriamo che mister Ugolotti erediti parte della fortuna di mister Chimenti, che ora è ben contento di ritornare a vestire i panni di team manager.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.038 volte, 1 oggi)