SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A una settimana dall’esordio in campionato – si comincia venerdì 13 ottobre, alle 21, sul parquet della Sero Group Macerata – la Mail Express San Benedetto sabato ritorna in campo per la quarta gara di Coppa Marche. Dopo l’esordio fortunato contro Montegiorgio, il successo a fatica in quel di Fermo e l’inopinata battuta d’arresto tra le mura amiche al cospetto dei Monturano, i rossoblu saranno di scena nella tana della Quadri Volley 79.
A Civitanova Marche insomma, il sestetto di coach Marco Mattioli, non solo dovrà riscattare il brutto epilogo di sabato scorso – dal 2-0 al 2-3 – ma avrà pure l’occasione di saggiare la consistenza di un avversario che poi incontrerà sul proprio cammino in campionato. Per inciso: i civitanovesi saranno ospiti al PalaSpeca il prossimo 18 novembre (sesta giornata).
Tutti a disposizione di mister Mattioli che, naturalmente, a Civitanova si aspetta di annotare consistenti passi in avanti da parte dei suoi, visto che, come detto, è oramai iniziato il conto alla rovescia per l’avvio del campionato. «Dobbiamo ancora affinare la preparazione fisica – è l’analisi del tecnico rossoblu – e, si sa, quando non sei al meglio non riesce nemmeno ad avere quella freschezza mentale che in determinate situazioni è decisiva. In ogni caso, fermo restando che vincere fa sempre piacere, continuiamo a voler sperimentare la consistenza di tutti gli atleti a nostra disposizione. Al contrario del recente passato abbiamo tante alternative, quindi non vedo perchè ci dovremmo precludere la possibilità di cambiare in corsa, anche quando magari, proprio come è accaduto contro il Monturano, si è avanti di 2 set a 0».
Chiediamo: la sua squadra è pronta per l’esordio in campionato? «C’è ancora un’altra settimana, nel corso della quale cercheremo di lavorare sodo – è la replica del coach della Mail express – Più in generale dico che stiamo facendo progressi alla battuta, nella ricezione e in attacco, fase nella quale comunque ce la siamo sempre cavata bene. Dobbiamo migliorare soprattuto nel muro». E allora sotto col lavoro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 565 volte, 1 oggi)