Samb. Calori è stato esonerato. Ne abbiamo preso atto e basta. Perché non lo abbiamo intervistato?
Per molti, ma semplici motivi:
1°- perchè non è più l’allenatore della Sambenedettese, né lui ha espressamente richiesto di dire la sua.
2° – perché siamo un “giornale locale“, non una “pagina locale“…
3°- perchè noi, da sempre, seguiamo con critica anche severa ma costruttiva le vicende della nostra Samb.
4°- perché qualsiasi cosa dicesse Calori servirebbe esclusivamente a destabilizzare l’ambiente. In passato abbiamo fatto una sola eccezione con Sauro Trillini perché convocò lui stesso una conferenza stampa e, per di più, nei locali della sede rossoblu.
Questo però non ci impedisce di dire che, secondo noi, Calori non andava esonerato. Per due motivi:
a) perché in molti, all’inizio del torneo, asserivano che le prime cinque gare erano molto difficili e la Samb rischiava di restare al palo, almeno fino alla trasferta di Salerno.
b) perché nessuno, proprio nessuno, può negare che la squadra rossoblu è stata allestita con molti giovani in fase di maturazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.353 volte, 1 oggi)