ASCOLI PICENO – Dodici giovani della provincia di Ascoli Piceno hanno ottenuto, con ottimi risultati, la prima specializzazione in “Tecnico di marketing internazionale turistico”, gestito dalla Cescot-ap Confesercenti. Il corso Fse, finanziato dall’amministrazione provinciale, ha avuto inizio a marzo 2006 e si è concluso martedì scorso con l’esame finale che ha promosso a pieni voti Elisabetta Baiocchi, Valentina Ciucani, Valentina Filiaggi, Ilenia Giansanti, Louise La Grassa, Lucia Limatola, Rossella Luciani, Giulia Mandozzi, Giuseppe Michelangeli, Simonetta Narcisi, Mariella Poggi e Flaviana Torresi, i cui curriculum sono a disposizione di tutti gli operatori turistici presso la sede Cescot di via Manara.

Le lezioni sono state tenute da un corpo docente di assoluta qualità, formato dai professori Giovanni Ciafrè, Renato Novelli, Ludovico Scortichini e Paolo Trincia, grazie all’Ati (associazione temporanea d’impresa) tra Cescot-ap ed Università Politecnica delle Marche. Per il coordinamento della didattica, hanno collaborato infatti, la dott.ssa Elena Capriotti, direttore dell’organo di formazione Cescot ed il prof. Gianluca Gregori, vice-preside della Facoltà di Economia “G. Fuà”, che intendono riconfermare questo assetto vincente anche per la prossima edizione del corso.

Oltre alle ore teoriche, a giugno, gli studenti hanno avuto l’opportunità di visitare il Comune di Alfortville, gemellato con San Benedetto e l’Enit (Ente Nazionale Italiano Turismo) di Parigi, con il quale ci sono stati i primi accordi per l’ allestimento nel 2007 di una vetrina promozionale dedicata al Piceno, proprio nella sede Enit francese. A questo progetto i ragazzi hanno lavorato durante lo stage svolto presso Confesercenti, Provincia, associazione “Terra Nostra” e cooperativa “Sistema Museo” di Fermo, creando differenti pacchetti turistici rivolti al mercato francese.
“Il nostro ente si impegna sempre più a imparare a lavorare con l’orientamento e l’inserimento professionale delle figure formate. Durante tutto l’anno la Confesercenti ha più volte affrontato discorsi turistici rivolti alle imprese, le quali dovrebbero aprirsi di più all’inserimento di nuove figure professionali. a beneficio della qualità del servizio e della soddisfazione dei clienti” ha affermato la dott.ssa Elena Capriotti, direttore del Cescot-ap.
Da tempo anche la Provincia incentiva l’entrata di giovani laureati all’interno delle imprese del territorio tramite contratti a progetto della durata di 6 mesi o un anno.

Nel frattempo, la Confesercenti con Paolo Perazzoli, in qualità di Presidente Regionale dell’Ente Bilaterale Territoriale Marche, continua la sua attività di sensibilizzazione alle imprese per far sentire loro la formazione un investimento. Dalla seconda settimana di ottobre partirà infatti un sondaggio su un campione di 300 imprese turistiche provinciali, portato avanti dal Fonter (fondo inter-professionale), dove Confesercenti e le parti sociali (Cgil, Cisl e Uil), raccoglieranno dati aziendali utili a stabilire piani formativi aziendali più mirati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 450 volte, 1 oggi)