SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il provvedimento inerente i canoni demaniali, inserito nella Legge Finanziaria 2007 prevede una rideterminazione dei canoni con criteri sopportabili dalla categoria e con decorrenza 1° Gennaio 2007. «In questo modo – commenta Giorgio Fiori, direttore locale della Confcommercio – viene assicurata finalmente agli imprenditori balneari la possibilità di investire, sui beni demaniali, finalizzati ad attività turistico – ricreative, grazie anche alla proposta di allungamento delle concessioni demaniali dagli attuali 6 fino a 50 anni. Sono scelte governative che da una parte rafforzano e animano le speranze degli imprenditori balneari e dell’altra consentono loro di contribuire con maggiore impegno a quel salto di qualità del turismo italiano auspicato in più occasioni dal ministro Rutelli. Se tali misure saranno confermate nella discussione parlamentare si avranno sicuramente ripercussioni positive anche sulle tariffe dei servizi di spiaggia per l’estate 2007».

«Siamo dunque soddisfatti per le scelte del Governo in materia di canoni demaniali marittimi” – conclude Fiori – poiché si è saputo coniugare le esigenze di bilancio dello Stato con quelle necessarie ad un armonico sviluppo del turismo balneare sulle coste, correggendo l’errore commesso dalla legge Finanziaria 2004 che prevedeva un aumento indiscriminato dei canoni demaniali nella misura del 300%».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 402 volte, 1 oggi)