SPINETOLI – Anche gli studenti dell’Università degli Studi di Camerino sono al lavoro nella necropoli di Spinetoli. Grazie ad una borsa di studio offerta dallo stesso comune di Spinetoli, infatti, un gruppo di studenti iscritti a hanno fatto valutazioni antropologiche che possono essere effettuate soltanto sul sito di scavo (nel caso della rimozione dei resti degli scheletri, alcune informazioni sarebbero perse per sempre). Sesso, tipo di decomposizione, età della morte, misurazioni antropometriche.
Gli studenti del corso di laurea in Tecnologie per la conservazione ed il restauro dei beni culturali collaborano, in questa opera di rilevazione statistica, con professionisti del settore quali il geologo Andrea Mora, gli archeologi Mara Miritello e Luca Speranza, e quindi i dottori Jessica Di Filippo, Laura Balestra, Marco Antognozzi, Serena Piva, Luana Lappa, Morena Parisciani, Elisa Sgariglia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 731 volte, 1 oggi)