SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alessandro Calori non è più l’allenatore della Samb. La decisione, giunta in mattinata, è stata definita «sofferta» da Gianni Tormenti. Al suo posto, torna Francesco Chimenti, già allenatore rossoblu nell’incredibile stagione scorsa, quando, tra i mille contorcimenti di Soldini, Chimenti fu costretto, più volte, a dimettersi e a tornare a guidare la formazione rossoblu. Al suo fianco, ancora una volta, Gigi Voltattorni. Esonerato pure il secondo di Calori, Marco Rossi, mentre restano al loro posto il preparatore atletico Vagnini e il preparatore dei portieri Coccia.
«Calori è un allenatore che gode della nostra stima e soprattutto del nostro affetto» spiega il presidente rossoblu Gianni Tormenti. «Purtroppo i risultati ci hanno posto di fronte ad una scelta e come proprietà abbiamo il dovere di non lasciare nulla di intentato per il bene della squadra».

Nelle ultime ore c’erano stati dei contatti con l’allenatore Gianni Simonelli: tuttavia un accordo con l’allenatore di Saviano non è stato raggiunto sia per questioni economiche (Simonelli, oltre ad un lauto stipendio, sarebbe venuto a San Benedetto soltanto con l’arrivo di rinforzi pesanti), sia perché, giocando la carta Chimenti-Voltattorni, la società attenderà i prossimi incontri in programma, alcuni dei quali contro diretti concorrenti per la salvezza (nelle prossime tre partite San Marino in casa, Giulianova in trasferta, Manfredonia in casa).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.632 volte, 1 oggi)