CAGLI – Brutta sconfitta per la Joints Basket Club, nella seconda giornata del campionato di serie C2. Dopo l’esordio vincente contro Pisaurum, i ragazzi del coach Reggiani sabato 30 settembre sono stati sconfitti dal Cagli per 94 a 59.
Si è avuto sentore che non sarebbe stata una serata ok sin dall’arrivo dei rossoblu a Cagli: per un’incomprensione infatti gli ospiti sono arrivati appena un quarto d’ora prima dell’inizio della partita.
Match in discussione solo nel primo tempo, poi il pressing degli avversari e i troppi errori commessi dai rossoblu hanno spianato la strada ai padroni di casa. Primo quarto con il solo D’Incecco (20 punti per lui) capace di reggere il confronto sotto il tabellone. Nei secondi 10 minuti pero’ il Cagli dilagava, andando al riposo sopra addirittura di 22 lunghezze, 48-26.
Identico copione al rientro sul parquet: Joints incapace di reagire allo strapotere dei pesaresi (77-43). Solo nell’ultimo tempo i padroni di casa allentavano la pressione, fino al 94-59 che chiude il match.
«Sapevamo che la formazione cagliese si era addirittura rinforzata rispetto alla corazzata dello scorso anno – ha commentato Tonino Valori, presidente della Joitns al termine dell’incontro – ma stasera (sabato 30 settembre per chi legge, ndr) i ragazzi hanno disputato la classica partita no».
Più pesante il commento di coach Andrea Reggiani, molto deluso per la batosta rimediata in quel di Cagli. «Un disastro – esordisce il tecnico dorico – Basti pensare che in due tempi abbiamo realizzato la miseria di 26 punti. Ci è mancato pure il carattere. In settimana lavoreremo molto in questo senso. I nostri avversari, dal canto loro, sono perfino superiori all’anno passato, come in generale mi pare più alto il livello di questo girone di serie C2. Noi siamo più deboli: ci mancano i muscoli e un relizzatore. Nonostante l’infortunio di Falà per esempio l’anno scorso avevamo Castracani in grado di farsi valere sotto canestro e in fase di realizzazione. Ora invece ci ritroviamo a dover attendere la crescita dei nostri giovani. Se sono preoccupato? Sì., La prossima partita (al PalaSpeca sabato 7 ottobre arriva la Cestistica Ascoli, ndr) sarà fondamentale».
E subito dopo questo incontro seguirà un’altra sfida tra le mura amiche. Sempre un derby: stavolta contro i “cugini” dell’Ascoli Basket.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 312 volte, 1 oggi)