Grottammare-Maceratese 1-0
GROTTAMMARE: Domanico, Iampieri, Costanzo, Del Moro, Oddi, Traini, Puglia, Iommi, Napolano (dal 92° Piccirilli), Maffucci (dal 33° Fanesi, dal 58° Vinciguerra), Vergari. A disposizione: Di Salvatore, Marcatili, Pasquini, Lignite. All. Amaolo
MACERATESE: Gentili, Iuvalè, Cento S., Cento M., Fusco, Benfatto, Montesi, Foglini (dall’85° Menghini), Fabbri (dal 68° Guzzini), Mattoni (dal 74° Pantone), Smerilli. A disposizione: Tomba, Romagnoli, De Cesaris, Curzi. All. Viti
ARBITRO Di Bello di Brindisi.
Spettaori 350 circa.
Marcatori: 6° Maffucci.
Angoli: 1-3.
Ammoniti: Iampieri, Napolano, Gwentili, Benfatto.
NOTE: Espulso al 61° per somma di ammonizione Smerilli.
GROTTAMMARE – Basta una zampata del ritrovato Maffucci al Grottammare per piegare la resistenza della Maceratese, alla prima sconfitta stagionale. Per contro i biancazzurri incamerano tre punti molto pesanti: a quota 5 infatti, Oddi e soci stazionano a ridosso del trio di testa Santegidiese-Real Montecchio-Tolentino.
Decide il derby marchigiano uno dei giocatori dai quali il Grottammare si aspetta di più, ma che finora aveva un poco deluso, spesso troppo nervoso e comunque sempre al di sotto delle proprie possibilità. Oggi (ieri per chi legge, ndr) l’ex Reggina dopo appena sei giri di lancette ha messo tutti d’accordo, raccogliendo un invito di Traini e beffando i centrali biancorossi. 1-0 per i locali.
Al 13°, in seguito ad un angolo di Maffucci, Iuvalè colpiva la sfera Follini, appostato sulla linea di porta, liberava anticipando Napolano. Al 18° Napolano, sulla destra, giunto quasi sul fondo rimetteva rasoterra al centro, dove Maffucci toccava fiacco e Gentili riusciva a parare a terra. Al 28° Traini, anziché tirare direttamente in diagonale, cercava il pallonetto, che terminava alto sulla trasversa. Al 33° Maffucci si stirava e veniva sostituito da Fanesi. Esordio per l’ex Samb che cinque minuti dopo, su punizione, impegnava Gentili. L’ex rossoblu però, dopo pochi minuti, accusava un colpo al ginocchio destro ed era costretto ad abbandonare il campo.
Nella ripresa il Grottammare si difendeva, anche se aumentava la pressione della Maceratese. Al 66°occasione per i locali: su assist da sinistra di Napolano Puglia mancava l’aggancio solo davanti al portiere. Al 69° brivido per il Grottammare: su un debole tiro di Montesi, Domanico non bloccava la palla che però terminava sul palo.
Forcing finale dei maceratesi, tuttavia sterile, nonostante l’espulsione di Smerilli al 61° (due gialli per simulazione).
AMAOLO RAGGIANTE Dopo il 90° il tecnico dei padroni di casa non nascondeva tutta la propria soddisfazione per la prima vittoria in campionato dei suoi. «Avevo chiesto una grande prestazione sotto il profilo dell’impegno e della sofferenza e debbo dire che i ragazzi mi hanno accontentato. Vittoria meritata, non abbiamo rischiato quasi mai. Potevamo chiudere la partita prima, dato che eravamo rimasti a metà del secondo tempo con un uomo in più, ma va bene così. Avevamo l’assillo di riportare a casa il risultato a tutti i costi e questo ci ha portato forse a commettere qualche errore di troppo. Peccato per l’infortunio a Fanesi, speriamo non sia nulla di grave».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 588 volte, 1 oggi)