SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «E’ la cosa che conta di meno in questo momento. Basta con queste polemiche, sterili, che non servono a niente. Pensiamo alla Salernitana».

Alessandro Calori non vuol sentire parlare di mercato, di svincolati, di rinforzi. La questione ha riempito la vigilia della terza trasferta della stagione e il tecnico aretino pare averne le tasche piene. Fa ancora, spazientito: «Se si ha intenzione di cavalcare questa cosa, fatelo pure, il sottoscritto pensa solo ad allenare la squadra. Ho già detto quello che pensavo: così com’è questa squadra è destinata a soffrire fino alla fine, ma era nei pronostici iniziali. Solo se pian piano acquisiamo una sicurezza maggiore, sotto tutti gli aspetti, fisico e mentale, allora il quadro cambia. Ripeto quello che vengo ripetendo sin dall’inizio: se arrivano rinforzi li prendo, altrimenti si va avanti così».

Altra questione: il rapporto con il diesse Pavone. «E’ come tra moglie e marito, ci può essere qualche screzio ogni tanto, ma niente di particolare e, soprattutto, sono legati al fatto che tutti e due vogliamo il bene della Samb».

Voltiamo pagina: domani si rende visita ad una delle big del girone B.

«Sono molto ottimista. La Salernitana è una squadra molto forte, ma in casa propria lascia degli spazi e noi dovremo essere bravi a sfruttarli. Quello che chiediamo a questa partita è la continuità di risultati e di gioco. Non vogliamo fermarci dopo il pari di domenica scorsa».

Un risultato che di certo vi avrà fatto lavorare più tranquilli in settimana.

«La tranquillità non c’è mai. Semmai c’è la ricerca del miglioramento, continuo. E’ ovvio che il morale dei ragazzi è molto cresciuto ma il campionato è lungo e difficile: non ci si può mai rilassare».

In base alle indicazioni emerse nei giorni scorsi Calori, lei pare orientato a riproporre il 4-3-3. Come dire: è ancora alla ricerca della quadratura del cerchio.

«Sarei un ottuso se non fosse così. Cerco di trovare sempre la formula migliore, anche se credo che sia più importante interpretare il giocatore che non il modulo. Per esempio la stessa Salernitana, che si affida al 4-3-3, in fase di possesso palla adotta una sorta di 4-5-1. Le assenze? Non ci facciamo caso e, soprattutto, non dobbiamo piangerci addosso. La nostra filosofia è quella di guardare sempre avanti».

RIFINITURA Stamane la Samb, al Riviera delle Palme, ha svolto la consueta seduta di rifinitura. Non vi hanno preso parte Michele Santoni e Tulli. Venti in tutto i convocati per Salerno; restano nelle Marche anche Visone, Fragiello, Perugini e Zammuto.

TIFOSI Pochi i biglietti venduti nelle Marche per il settore ospiti dello stadio Arechi: appena 151.

Di seguito riportiamo le probabili formazioni dell’Arechi.

SALERNITANA: Mancini, Gaeta, Lanzara, Caracciolo, Coppini, Cardinale, Soligo, Cammarota, Ferraro, Sestu, Improta. Allenatore: Raffaelli Novelli.

SAMB: Consigli, Tinazzi, Varriale, Loviso, Diagouraga, Landaida, Iovine, Della Rocca, Morante, Carlini, Olivieri. Allenatore: Alessandro Calori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 983 volte, 1 oggi)