SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Rassegna del documentario Libero Bizzarri per il premio S.A.D. (sostegno a distanza) “La gabbanella”, ha organizzato una cena di beneficenza giovedì 28 settembre nella sede dell’Istituto Alberghiero di San Benedetto. Una serata certamente insolita e lontana dal buio delle sale di proiezione, a cui hanno partecipato circa 150 persone. I presenti hanno dimostrato di gradire lo spettacolo che, ad intervalli, è stato piacevolmente vivacizzato dalla cena con le percussioni africane del bravo gruppo senegalese “I Tamburi di Gorée”. Ma non solo musica, i componenti il gruppo hanno portato una ventata di colore con i loro costumi, le tipiche capigliature e con le danze acrobatiche di uno dei componenti.

“La Gabbanella” è l’unico Coordinamento Nazionale di Associazioni che si occupano di Sostegno a distanza, solidarietà che si differenzia dalla donazione poiché è possibile seguire il progetto in tutto il suo percorso. L’Associazione ha sede a Roma si possono trovare  informazioni sul sito www.lagabbianella.it/

La sezione Sad ha presentato in concorso quattro documentari che sono stati proiettati all’Auditorium durante il festival, nella serata conclusiva di sabato sarà assegnato il premio al doc vincitore nell’ambito della serata di premiazione dei documentari in concorso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 334 volte, 1 oggi)