Pubblichiamo integralmente questa lettera aperta del capo gruppo consiliare di Forza Italia con il beneficio di inventario per quel che riguarda la quasi totalità della sua nota, per la quale Gabrielli si assume in toto la responsabilità. Su un punto però possiamo tranquillamente smentirlo noi perché un passo della sua lettera ci riguarda direttamente, questo: “tale dott.Giovanni Desideri, che durante la sua campagna elettorale (di Giovanni Gaspari ndd) ha avuto il pregio di essere il proprio responsabile stampa”. Se non andiamo errati le campagne elettorali si fanno nei mesi precedenti le elezioni (4-5 mesi prima). Ebbene, nel periodo (gennaio 2006-giugno 2006) Giovanni Desideri ha collaborato, regolarmente retribuito, con la testata da me diretta.
Né mi risulta che suoi comunicati propagandistici pro Gaspari siano comparsi in altre parti. Scritti con i quali avrebbe esercitato il ruolo di responsabile stampa dell’attuale sindaco. Se così non fosse, come non è, l’affermazione di Gabrielli è chiaramente offensiva nei confronti di www.sambenedettoggi.it e Riviera Oggi. Organi di informazione che Desideri avrebbe usato per veicolare pubblicitariamente una parte politica. Sarebbe stato gravissimo ma ciò non è assolutamente accaduto. L’affermare il contrario la ritengo una grave offesa gratuita nei confronti della nostra redazione. E del sottoscritto Direttore, in particolare.

Nazzareno Perotti
www.sambenedettoggi.it e Riviera Oggi

Ecco il testo della lettera:
Per un politico è facile riempirsi la bocca con paroloni come “giustizia sociale”, “pari opportunità”, “lotta alla disoccupazione”, “meritocrazia”, soprattutto se costui è candidato alla poltrona di sindaco di una città che appartiene ad una provincia con il record regionale di disoccupati.
Più difficile da credersi è che nemmeno dopo una settimana dalla sua elezione a sindaco uno dei primi atti amministrativi che compie il buon Giovanni Gaspari sia la nomina di un addetto stampa – responsabile del Bum, tale dott.Giovanni Desideri, che durante la sua campagna elettorale ha avuto il pregio di essere il proprio responsabile stampa. Incarico della durata di sei mesi con scadenza 31/12/06 e dal costo di più di diecimila euro.
Non bastasse ciò, quasi in concomitanza, il sindaco Gaspari assume presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune una sua collaboratrice di partito, tale Torquati, che insieme all’addetto stampa di cui sopra ha creato e “pasciuto” in campagna elettorale un sito on line chiamato “L’Altra Città” a supporto dell’Unione e del suo candidato sindaco, con tanto di offese gratuite alla controparte politica. Assunzione della durata di due mesi con scadenza 30/9/06 e dal costo di seimila euro. Assunzione prontamente prorogata per altri tre mesi proprio ieri, quindi fino al 31/12, con la modica cifra di novemila Euro.
Ebbene ora io mi chiedo e vi chiedo: dove sono finiti quei paroloni come giustizia sociale e meritocrazia? Non pensate che il sindaco avrebbe duvuto avvalersi di una procedura di evidenza pubblica per selezionare il personale di cui aveva bisogno.
Quanti di voi sono pronti a scommettere con me che al 31/12 entrambi gli incarichi verranno nuovamente rinnovati?
Morale della favola: se qualcuno di voi ha votato la sinistra pensando così di avere una tutela maggiore dei giovani disoccupati si è sbagliato di grosso e quelli summenzionati ne sono degli esempi lampanti. Ne seguiranno degli altri… basta attendere. Meditate gente, meditate!
BRUNO GABRIELLI
Capo Gruppo Consigliare Forza Italia

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 406 volte, 1 oggi)