GROTTAMMARE – Venerdì 29 settembre alle ore 21.30, presso il Teatro dell’Arancio di Grottammare, verrà presentato l’opera poetica De(ll’)amore, ultimo lavoro di Giarmando Dimarti edito dalla Stamperia dell’Arancio.

Non solo un incontro di poesia, ma anche di teatro. Infatti la pièce verrà accompagnata da una serie di registri musicali ritmici, che scandiranno con decisione i vari momenti. Il tutto curato da Vincenzo Di Bonaventura, direttore del Teatrlaboratorium 27 Aikot di San Benedetto del Tronto, e in questo caso interprete vocale, insieme all’attrice Maria Novella Gobbi dei Teatro Sperimentale A di Macerata. Le musiche originali sono del maestro Tonino Coccia.

La presentazione della serata sarà affidata ad un duetto, formato dalla prefatrice e dalla postfatrice del testo: Allì Caracciolo e Rubina Giorgi. La prima, docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo presso l’Università di Macerata, è autrice di ricerca sulla virtualità drammatica di testi non drammaturgici e nell’ambito filosofico. Ha scritto opera teatrali e poetiche; la seconda, docente di Filosofia del Linguaggio e di Estetica – già collaboratrice dell’Istituto di Studi Filosofici ”Enrico Castelli” dell’Università “la Sapienza” di Roma – si è occupata della tematica amorosa nella lirica trobadorica, negli autori medievali e nei mistici. Insieme alla numerosa saggistica, annovera pubblicazioni di sofopoesia e narrativa.

L’ingresso è libero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 484 volte, 1 oggi)