ACQUAVIVA PICENA – «Diciamo che i primi quattro impegni sono alla nostra portata. Siamo stati abbastanza fortunati. Abbiamo il tempo di recuperare la condizione fisica, che ora non è buona», ci aveva confidato il tecnico dell’Acquaviva Franco Mascitti all’uscita dei calendari.
Detto, fatto: due gare, 6 punti in cascina e primato in classifica, seppur condiviso con Ripa e Comunanza. Campofilone e Monteprandonese non sono due formazioni tecnicamente deboli come potrebbe apparire sulla carta. Tutt’altro. Contro gli aranciocelesti sono andati in scena due gare vibranti, ricche di emozioni e una pioggia di gol.
Sabato l’attesissima sfida con la Ripa di mister Cesari. Due squadre che si dividono la testa della graduatoria.
Emozionante il duello che vede opposti i due attacchi. Per l’Acquaviva il duo Deogratias-Rossetti, con il primo già capocannoniere con tre centri; per la Ripa la coppia Vita-Di Filippo, con quest’ultimo a quota 60 reti negli ultimi tre anni.
Gli aranciocelesti devono rinunciare ancora a Balletta per il persistere del dolore al ginocchio. Gli amaranto saranno senza Cicconi, fermo per squalifica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 276 volte, 1 oggi)