SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Siamo tutti concordi nel definire ottimo l’operato di Marco Calvaresi, ma l’approccio che abbiamo scelto antepone i progetti sul turismo ai nomi». Questo il messaggio comunicato dal sindaco Giovanni Gaspari al termine dell’incontro con i sindaci dei Comuni soci del Consorzio Turistico Riviera delle Palme. Un incontro che, si pensava, avrebbe dovuto partorire il nome del nuovo presidente dell’ente, o la riconferma del presidente attuale Calvaresi. Delle due, nessuna. Si è trattato di un incontro programmatico, primo passo verso un tavolo di lavoro.

Il consiglio di amministrazione del Consorzio ha recentemente visto le defezioni di alcuni membri, diventati incompatibili con la posizione per svariate ragioni. Un esempio è Domenico Mozzoni, passato dalla presidenza dell’Assoalbergatori alla poltrona di assessore al turismo. Il Consorzio ora si trova in una situazione di stallo anche se, per usare un gergo tecnico tradotto dall’inglese, “non è un’oca zoppa”. Può svolgere infatti la propria ordinaria amministrazione, ma non può tracciare le linee guida per i progetti di promozione turistica della prossima estate. Il mandato di Calvaresi scade nel 2007 ma i tempi per la sua riconferma adesso non sono maturi. Certo è che gli viene riconosciuto di aver condotto l’ente in un momento di gravi difficoltà economiche derivanti da debiti pregressi e senza ricevere emolumento alcuno, sembrerebbe. Debiti che sembrerebbero essere stati ripianati.

Quello che i sindaci dei Comuni soci adesso vogliono è un cambio di rotta, con il coinvolgimento di altri Comuni, magari nella fascia costiera abruzzese, e con il rientro dei Comuni usciti dall’ente come Cupra e Spinetoli. C’è la necessità di coinvolgere soggetti privati, associazioni e la Camera di Commercio. Che secondo Gaspari deve offrire la sua partecipazione in quanto “ente strategico”. Il nuovo progetto per il Consorzio parte dunque da questa apertura all’esterno, per promuovere meglio il territorio nelle sue due facce, quella costiera e quella dell’entroterra.

Nuovi membri, nuova progettualità, nuova politica di sistema, un indirizzo più forte. Su questo hanno concordato tutti i sindaci presenti, in particolare Paolo d’Erasmo (Ripatransone), Luigi Merli (Grottammare), Bruno Menzietti (Monteprandone) e Valerio Lucciarini (assessore al turismo di Offida). Sull’entrata della Camera di Commercio, in verità, il sindaco Menzietti è parso poco convinto. Domani si terrà l’assemblea dei soci del Consorzio, mentre nel futuro immediato gli incontri fra i sindaci si ripeteranno per trovare l’intesa sulla programmazione. «Occorre tirare le fila della situazione – dice il sindaco di Grottammare Merli – e ragionare insieme sugli investimenti da fare». E poi ribadisce quanto detto da Gaspari: «Prima si pensa ai progetti, poi alle nomine».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 932 volte, 1 oggi)