SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Che delusione. Non era mai capitato al Porto d’Ascoli un inizio di stagione così critico, almeno  negli ultimi 5 anni. In due gare: zero punti, quattro gol incassati e una sola rete realizzata. Poco per una formazione che ambisce al titolo finale.Pare si faccia fatica a creare la manovra necessaria per andare in porta. Un problema di testa più che di gambe, gli stessi ragazzi se ne sono accorti.

Riscatto è la parola d’ordine, i tre punti come antidoto a quella che, si spera, è una crisi passeggera. Sabato al Ciarrocchi arriva l’Ama, formazione già affrontata in Coppa e battuta per 3-1. I neo promossi giungono caricati per aver conquistato un successo contro la blasonata Acquasanta.

Per un disguido da parte della Lega, Palanca che doveva scontare la squalifica sabato scorso, salterà il prossimo match. Da valutare le condizioni di Clementi e Rocchi usciti anzitempo per fastidiosi acciacchi fisici. Probabile che il tecnico Dino Grilli sia costretto a seguire la sua squadra dalla tribuna vista l’espulsione rimediata. 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 287 volte, 1 oggi)