SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ecco cosa afferma Marco Lorenzetti dopo il question time di sabato, che lo ha visto protagonista di due interrogazioni all’assessore ai Lavori Pubblici Vesperini in merito alle nuove opere nel porto peschereccio: «L’amministrazione Gaspari raggiunge il primo risultato perdendo il finanziamento di 412.300 euro per la costruzione del nuovo scalo di alaggio e varo. Entro dicembre infatti dovranno iniziare i lavori dello scalo, ad oggi l’amministrazione non ha nemmeno emanato il relativo bando di gara».
Il capogruppo Udc dà per scontato che il finanziamento comunitario sia andato perso, e con esso l’insieme di trattative con gli operatori e con il Commissario Straordinario, riferendosi alla risposta di Vesperini data durante il consiglio comunale di sabato scorso: «Sarà impossibile iniziare i lavori entro l’8 dicembre».
Questione Albula. Anche qui c’è un finanziamento statale, milionario e procurato per i buoni uffici del senatore Udc Amedeo Ciccanti. Una parte di questi 2,4 milioni di euro – la metà, secondo Lorenzetti- sarebbe già stata riscossa dal Comune di San Benedetto un anno fa, nell’ottobre 2005. L’ex assessore alle attività produttive lamenta questi ritardi di programmazione e critica l’assessorato ai lavori pubblici per non aver discusso in commissione consiliare la riqualificazione dell’Albula. La chiosa di Lorenzetti è questa: «Ma davvero si vogliono restituire i fondi per l’Albula? Noi speriamo che la nuova amministrazione cambi marcia».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 376 volte, 1 oggi)