di ANDREA ROSSI

Cuprense – Elpidiense-Cascinare 1-2
CUPRENSE: Mori, Calabrini, Ottaviani, Perozzi, Parlato, Cocciaretto, Silipo, Splendiani A (1° st Capretti), Lucidi, Splendiani U (1°st Buttafoco), Splendiani S (24° st Crescenzi). A disposizione: Brusi, Greganti, Maurizi, Lepretti. All. Fermanelli.
ELPIDIENSE-CASCINARE: Rinaldesi, Fornari, Francioni, Bessone, Vallesi A, Rosetti, D’Angelo A (43° st Ulivello), Bartolini, Vallesi F (13° st Paccapelo), Tassotti (33° st Mazzoleni), Catini. A disposizione: Caucci, D’Angelo C, Vallesi P, Leoni. All. Clerici.
Arbitro: Bruni di Fermo.
Reti: 22° pt D’angelo A, 37° pt Catini, 3° st Lucidi.
Recupero: 1+3.
Ammoniti: Vallesi F. e Bartolini.
Spettatori 350 circa.
Note: Prima dell’inizio della gara, il presidente della Cuprense Basilio Caporossi, consegna una targa ricordo per meriti sportivi all’ex tecnico gialloblu Gianni Clerici.
CUPRAMARITTIMA – Nulla da fare, la Cuprense è costretta a rimandare l’appuntamento con la prima vittoria in questo campionato. Seconda sconfitta per mister Fermanelli, che all’esordio casalingo si deve inchinare all’ex Gianni Clerici.
I locali sbagliano completamente l’approccio con la gara subendo il doppio vantaggio ospite nella prima fase di gioco. La fusione tra Elpidiense e Cascinare si dimostra redditizia, la squadra ospite ha mostrato un buon palleggio e grazie alle reti di Catini e D’Angelo, Clerici si può godere il primato in graduatoria.
Le due formazioni si studiano per un quarto d’ora dopodichè la Cuprense prova ad affondare il colpo. Al 16° Silipo con un passaggio filtrante smarca Lucidi che di testa manda la sfera sopra la traversa. La reazione ospite non tarda ad arrivare e al 22° i rossoblu passano in vantaggio. Catini serve Rosetti, che entra in area e mette in mezzo per l’accorrente Andrea D’Angelo che in scivolata infila Mori. I padroni di casa accusano il colpo e al 37° subiscono il raddoppio. Percussione sulla sinistra di Tassotti che si lascia alle spalle la retroguardia locale e serve al centro Catini, il quale batte Mori. Il primo tempo si conclude senza grandi sussulti, con la Cuprense che continua a subire il gioco avversario.
Nella ripresa Fermanelli cambia le carte in tavola mandando sotto la doccia i gemelli Splendiani e gli effetti si vedono subito. La Cuprense scende in campo con determinazione e al 3° i locali accorciano le distanze su calcio piazzato. Un Perozzi ispiratissimo dai 40 metri pesca Lucidi che di testa incrocia ed infila la palla sotto al sette. I gialloblu alzano il baricentro e schiacciano gli ospiti. Al 22° Lucidi servito col contagiri da Perozzi ha la palla del pari tra i piedi ma il suo tiro non impensierisce Rinaldesi. La gara si trascina al termine senza grandi emozioni, la Cuprense tenta di acciuffare il pari ma la retroguardia rossoblu è brava a chiudere tutti i varchi.
Il prossimo turno riserva alla Cuprense l’insidiosa trasferta di Matelic.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 405 volte, 1 oggi)