di LUIGI MONTELEONE

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’assolato pomeriggio di venerdì 22 settembre è stato la cornice ideale per la manifestazione culturale e sportiva, patrocinata dal Comune, volta a valorizzare lo spirito agonistico,  onesto e leale dei giovani sambenedettesi, denominata “Liberiamo il Pallone”.

Il tutto mirato a lanciare un segnale al mondo dello sport nel suo complesso. L’inizio è stato scandito dalle note suonate dalla banda musicale cittadina, la quale ha sfilato per viale Moretti con al seguito i ragazzini appartenenti alle squadre giovanili della città: l’Agraria, la Folgore, la Sanbenedettese e il Torrione. Sfilata conclusasi a piazza Moretti dove i giovani atleti erano attesi dal sindaco Giovanni Gaspari, l’assessore allo Sport Eldo Fanini e il noto giornalista televisivo Enrico Varriale.

L’assessore Fanini, nel suo discorso d’apertura, ha sottolineato come i giovani siano il motore del futuro, motore con il quale e grazie al quale anche il mondo dello sport adulto, infangato da scandali vari, può trarre giovamento. Ed è proprio questo il motivo della manifestazione, dimostrare che il mondo del calcio (e dello sport in generale) può e deve essere pulito.

Non a caso è stata scelta questa data, visto che proprio oggi inizieranno i campionati giovanili dei Pulcini e delle squadre Juniores, e si vuole che i ragazzi portino in campo i valori espressi in questo splendido pomeriggio di fine settembre. Per sottolineare di più il valore sportivo (inteso come ideale) che agonistico dell’evento, i bambini sono stati suddivisi in gruppi composti da appartenenti a tutte le squadre, per meglio rafforzare il legame di solidarietà.

Il sindaco Gaspari ha auspicato che la serenità della giornata possa riversarsi anche sui campi e soprattutto sugli spalti dei campi professionistici la domenica. Inoltre ha anche approfittato della situazione per annunciare alla cittadinanza che quel tratto di viale Moretti sarà nel prossimo futuro chiuso al traffico e diventerà zona pedonale che presumibilmente ospiterà altre manifestazioni del genere.

Al fischio di inizio i bimbi si sono cimentati in partite disputate su campetti delimitati per l’occasione, sotto il commento tecnico di Varriale e del comico Henry Zaffa che ha allietato il pomeriggio con le sue esilaranti battute. Al fischio finale gelato per tutti e saluto di un grande campione del passato, Beppe Savoldi, che più volte è stato protagonista di episodi di estremo fair play quando giocava. A seguire il dibattito, moderato da Varriale, sul mondo del calcio adulto di oggi.

I cabarettisti Zaffa e Vergassola hanno concluso la giornata con spettacoli gratuiti tenuti a partire dalle 21,30 sul palco antistante la piazza.

Una manifestazione senz’altro riuscita con un buon intervento di pubblico, anche se in maggioranza composto dai genitori dei giovani calciatori.

                                                                                                             

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 396 volte, 1 oggi)