MONTEPRANDONE – Prossima fermata Cagli. Il Centobuchi si prepara alla prima trasferta della stagione – seguirà quella sul campo del Morro d’Oro, sette giorni dopo – intenzionata a riscattare il passo falso di domenica scorsa, quando la Santegidiese è passata al Comunale, mandando di traverso l’esordio in serie D all’intero ambiente biancazzurro.
«Risultato bugiardo – esordisce mister Giuseppe De Amicis, ancora rammaricato per l’imprevisto tonfo casalingo – La gara è stata molto equilibrata e sono stati gli espisodi a deciderla. Nel nostro momento migliore, quando stavamo pensando di poter vincere la partita, abbiamo subìto il 2-1 e, soprattutto, abbiamo perso la testa. Cipolloni si è fatto cacciare in maniera stupida, rendendosi protagonista di un fallo assolutamente gratuito. Speriamo di trarre insegnamento da questi errori. Se abbiamo pagato lo scotto del noviziato? Non credo, anche la Santegidiese è una matricola e non mi sembra di aver visto tutta questa differenza di valori. Era una squadra alla nostra portata. Ripeto: alla fine sono gli episodi a far pendere l’ago della bilancia da una parte o dall’altra».
Assente il già citato Daniele Cipolloni, fermato dal Giudice Sportivo per un turno, il tecnico abruzzese in vista delal sfida alla forte Cagliese spera di recuperare Alessandro Corradetti, fermo ieri e l’altro ieri per un fastidioso problema alla schiena. Per il resto tutti disponibili, anche se nel Pesarese potrebeb esserci qualche novità.
«Staremo a vedere – non vuole sbilanciarsi oltremodo De Amicis – Come al solito dico che va in campo chi sta meglio. Quello che più mi interessa però, è lo spirito di chi va in campo. Il nostro campionato non è ancora iniziato. Speriamo cominci a Cagli, contro una delel formazioni più forti del girone: non nascondono le proprie ambizioni, hanno un tecnico molto preparato (l’ex bomber Giovanni Cornacchini, nda) e conoscono la categoria. Si tratta di un impegno davvero difficile, ma conto nella voglia dei ragazzi di riscattare la sconfitta di domenica».
Anche perchè all’orizzonte ci sono due trasferte consecutive. Dopo Cagli, Morro d’Oro.
Non mi interessa, almeno in questo momento. Pensiamo ad un ostacolo alla volta. Per ora: sotto con la Cagliese. Lo spirito e le motivazione che ci guidano devono essere le stesse».
Gli uomini di Cornacchini intanto, reduci dalla gara di Morro d’Oro, dove hanno colto un prezioso pareggio, poiché ottenuto a tempo scaduto, grazie alla doppietta dell’argentino Raul Gonzales, cercheranno di debuttare davanti al pubblico amico nel migliore dei modi, anche per rinfocolare i propositi d’alto lignaggio dichiarati in avvio di stagione. Starà al Centobuchi mettere il bastone fra le ruote ai più quotati giallorossi.
ARBITRO Cagliese-Centobuchi sarà diretta dal signor Antonio Pignone, il quale sarà coadiuvato dagli assistenti di linea Paolo Falco e Emiliano Albani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 394 volte, 1 oggi)