ASCOLI PICENO – Gli iscritti al Consorzio Universitario Piceno possono, attraverso la Campus.Card, ottenere agevolazioni e sconti su prodotti e servizi. Dopo la pausa estiva è ripresa la distribuzione della tessera rivolta ai giovani studenti universitari.

Ottocento le schede finora rilasciate, ma molte altre stanno per essere emesse, per far fronte alle richieste pervenute. Tra gli sconti previsti biglietti ridotti ai cinema di Ascoli Piceno, ma anche riduzioni offerte dall’Amat per la nuova stagione teatrale ad Ascoli e San Benedetto del Tronto, corsi gratuiti di informatica e accesso gratuito ad internet, e conti correnti senza spese presso alcuni istituti bancari.

«Continuano le adesioni da parte degli esercenti, ma il nostro obiettivo è quello di allargare ancora di più il carnet delle offerte» commenta il Presidente del Cup Achille Bonfigli. «Ad esempio vorremmo ampliare l’offerta di servizi sportivi a prezzo agevolato in tutte le discipline. E per migliorare ancora il nostro servizio stiamo organizzando una serata, dopo la chiusura dei negozi, nella quale saranno invitati gli esercenti e i titolari delle agenzie aderenti alla Campus Card per confrontarci ed ascoltare tutte le proposte utili ad incentivarne l’utilizzo. Il il nostro obiettivo è che sia nel portafoglio di tutti gli universitari e in futuro la Campus.Card diventerà una propria tessera magentica.»

Allargare può essere il modo per permettere a tanti studenti, non solo di Ascoli Piceno, di accedere alla Campus.Card. Più dei due terzi degli esercenti (circa una settantina, esclusi gli istituti di lingue) che hanno aderito all’iniziativa si trovano infatti nel capoluogo piceno. Gli studenti di San Benedetto (o di Spinetoli, o pendolari di altre città della Riviera delle Palme) potranno aspettare che le agevolazioni vengano estese con più convinzione anche a loro, sempre che nel frattempo non si siano già laureati…

Per ogni informazione è possibile inviare una e-mail a campus.card@cup.ap.it, visitare il sito all’indirizzo http://www.cup.ap.it/ o telefonare al numero verde 800 281 999.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 369 volte, 1 oggi)