GROTTAMMARE – Come migliorare la vivibilità del Parco I° Maggio? Di questo si è discusso martedì sera, presso il centro sociale Ischia I, nell’ambito del processo di Grottammare Partecipativa.
L’incontro, al quale sono accorsi numerosi residenti, ha permesso di conoscere i desideri dei cittadini sul parco, per ora bene attrezzato ma, forse, non altrettanto vivace.
Dopo l’illustrazione da parte del sindaco Luigi Merli della situazione del Parco I Maggio (un’opera nata dall’accordo di programma tra il Comune e il privato proprietario dell’ex area Ip e da tre anni in carico al l’ente pubblico), lo stesso sindaco ha spiegato i lavori in corso in questi giorni (risemina del manto erboso, sistemazione dei vialetti, potenziamento dell’illuminazione), per permettere una migliore fruibilità della zona.
I cittadini hanno richiesto di avere zone d’ombra per sedersi e più spazi verdi, oltre che una fontanella con acqua potabile d un percorso vitae, anche per favorire momenti di socializzazione per l’organizzazione di eventi e manifestazioni.
Si pensa tra l’altro di individuare, tramite un avviso pubblico, persone disposte a garantire apertura e chiusura del parco e altre mansioni di custodia, dietro un piccolo compenso.
Altri argomenti trattati, riguardanti l’intero quartiere, sono stati il transito dei ciclisti sul lungomare sud (giudicato troppo pericoloso), la sporcizia determinata da alcuni cani non controllati dai padroni. Ad aprile prossimo è previsto un nuovo incontro per verificare lo stato di attuazione delle richieste dei cittadini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 383 volte, 1 oggi)