SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A una manciata di giorni dall’inizio del campionato, la Joints Basket Club San Benedetto archivia anche il secondo test in fase preparazione. Dopo il vittorioso torneo disputato a Offida, venerdì 15 e sabato 16 settembre, i rossoblu si sono esibiti sul parquet di Montegranaro, dove hanno preso parte ad un quadrangolare con Porto Potenza, Supernova e Pedaso.
Davanti agli occhi di gran parte degli allenatori della C2 divisione Marche, al via sabato prossimo, Riccardi e soci, privi di D’Incecco, hanno perso due gare si due: prima contro Pedaso – passivo di 11 punti – e poi, nella finale per il terzo e quarto posto, con i padroni di casa (-5).
Test comunque più che attendibile per gli uomini di Reggiani, come sottolinea il presidente Tonino Valori. «Abbiamo disputato un buon precampionato, finora, nonostante qualche assenza ho visto belle partite, ma soprattutto un gruppo unito, coriaceo, pronto a lottare e che ha voglia di fare bene. Sono fiducioso per sabato prossimo (al PalaSpeca, ore 21, arriva la Pisaurum Pesaro, nda), anche se onestamente non conosco molto i nostri avversari. La mia Joints in ogni caso in queste prime uscite l’ho vista bene».
Molto più prudente il giudizio di coach Andrea Reggiani, il quale sembra piuttosto preoccupato per questo avvio di campionato. «Pesaro è un’incognita, conosciamo poco sul conto di questa matricola. Sono curioso di constatare il livello del torneo di quest’anno, anche se mi pare di aver capito che è leggermente superiore a quelli del recente passato. Sono più che altro preoccupato per condizione fisica e l’organizzazione del gioco, ma credo che in difficoltà si troveranno un po’ tutte: la partenza del campionato con due settimane d’anticipo avrà scombinato i piani di molti allenatori. Se preferivo iniziare in casa o fuori? Nessuna differenza, sarà un avvio incerto; piuttosto, mi ripeto, avrei iniziato l’8 ottobre».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 390 volte, 1 oggi)