CUPRA MARITTIMA – Un mercatino dell’antiquariato nel vecchio incasato di Marano, a Cupra Marittima. Questa proposta potrebbe essere realizzata nella prossima stagione estiva, a seguito dei contatti intercorsi tra l’assessore al commercio Carmine Chiodi e i 14 operatori commerciali che hanno aderito al progetto Open Cupra (finanziato dalla regione Marche).
La scorsa settimana si è infatti svolto un incontro tra le due parti, coordinato dall’ingegner Pietro Montenovo: l’analisi ha permesso sia di effettuare un rendiconto dei progetti avviati, sia di prevedere in che modo partecipare al prossimo bando, che scade il 31 ottobre 2006.
Al momento, intanto, alcuni lavori a carico dell’Amministrazione Comunale sono in via di conclusione: sta terminando in questi giorni, infatti, la sistemazione dei marciapiedi in Corso Vittorio Emanuele in modo da eliminare le barriere architettoniche presenti e uniformare tutta la via principale del centro commerciale. Da sottolineare, inoltre, che la sostituzione dei corpi illuminanti in tutta la zona del centro viene realizzata con l’acquisizione di prodotti della nota azienda Guzzini ad alto risparmio energetico. Gli interventi da parte dei privati riguardano, invece, il rifacimento della facciata dei negozi, delle insegne e delle vetrine.
«Grazie a questa iniziativa e alle tante altre che stiamo realizzando – ha commentato l’assessore Chiodi – Cupra da città ‘dormitorio’ sta diventando centro di attrazione sia per i cittadini che per gli abitanti dei paesi limitrofi. Si è risvegliata, infatti, in maniera forte l’attività commerciale del centro storico. Ora siamo pronti per ripartire con un nuovo progetto che andrà ad interessare l’immagine, l’arredo urbano e l’accoglienza. Questa seconda parte del progetto è volta, dunque, alla promozione del centro commerciale naturale ‘Open Cupra’ anche attraverso la creazione di un marchio unitario».
«Negli ultimi mesi – ha continuato Chiodi – sono sorte nuove attività di vario genere: commerciali, di artigianato, di servizi, di distribuzione alimentare e ristoranti. Inoltre nell’immediato futuro anche il lungomare assumerà un aspetto più gradevole: oltre, infatti, ai lavori che si faranno a breve, saranno realizzate delle strutture nelle nuove concessioni demaniali. Posso dire – ha concluso Chiodi – che il bilancio della stagione appena conclusa risulta essere molto positivo: il mercatino di prodotti tipici e articoli da regalo che si tiene sul lungomare è stato, infatti, molto apprezzato dai turisti. Per l’estate prossima è allo studio la possibilità di insediare un mercatino di artigianato e antiquariato nel vecchio incasato di Marano».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 342 volte, 1 oggi)