SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Sono molto orgoglioso dei nostri ragazzi che, nonostante si siano misurati con atleti seniores, hanno fatto un’ottima figura. Anche se sul piano fisico gli avversari erano più forti, su quello atletico e tecnico siamo riusciti a prevalere».
Così Aleandro Fioroni, presidente della Soltec Rugby Samb, al termine del 1° Torneo Adriatico Tortoreto, svoltosi, con la formula del girone all’italiana, lo scorso 17 settembre nella cittadina abruzzese.
Davanti a una bella cornice di pubblico, la formazione rossoblu, formata da una selezione dei migliore giocatori Under 17 e 19, e guidata dal coach delle giovanili Roberto Del Giacco, si è confrontata con la Tortoreto Rugby, il Teramo Rugby – entrambe squadre di serie C – e il San Marino Rugby, squadra, quest’ultima, nazionale. Curiosità: a dirigere gli incontri Denis Iotti, ex giocatore RCSB e oggi arbitro.
I ragazzi di Del Giacco, a dimostrazione che nelle fila rossoblu figurano giovani di sicuro avvenire – in Abruzzo da sottolineare le prestazioni di capitan Matteo Di Carlantonio, Maurizio Zazzetta, Marco Valentini, Gianmarco Mosca e Andrea Straccia – hanno fatto propria la competizione, grazie a due successi, contro San Marino e Teramo, ed una divisione della posta (Tortoreto).
E il trofeo vinto nella vicina Tortoreto andrà ad aggiungersi a quelli che figurano già nella bacheca dello stadio Ballarin, sede storica della palla ovale rossoblu. Avanti così.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.372 volte, 1 oggi)