GROTTAMMARE – Davvero il magro il bottino raggranellato dai due improvvisati rapinatori che nel primo pomeriggio di oggi hanno fatto irruzione in un forno a Grottammare. Solo 250 euro per un’azione tanto maldestra quanto improduttiva.

Erano passate da pochi minuti le 15 quando due uomini a volto scoperto, dopo aver divelto la serratura della porta d’ingresso, sono entrati nell’esercizio ‘Gran Forno’, che si trova in via Dei Piceni. All’interno si trovava ancora la titolare dell’attività, che si stava apprestando a fare le ultime pulizie nel retrobottega prima della chiusura, dopo una lunga giornata di lavoro

La donna, allarmata dai rumori provenienti dall stanza vicina, è accorsa nel locale attiguo e ha sorpreso uno dei ladri mentre ‘prelevava’ i soldi che si trovavano in cassa. Per nulla intimorita, ha prima cercato di fermarlo e poi ha iniziato a gridare nella speranza che qualcuno da fuori udisse la sua richiesta d’aiuto. Per tutta risposta, il malvivente l’ha allontanata colpendola al viso con un oggetto e quindi si è dato alla fuga insieme al complice, che lo attendeva a due passi dall’ingresso.

La titolare del forno ha allertato subito le forze dell’ordine. Due pattuglie dei carabinieri sono giunte sul posto pochi minuti dopo. Nonostante fosse ancora scossa per l’accaduto, la donna ha fornito comunque ai militari preziose indicazioni sull’identità dei due rapinatori. Stando alla sua testimonianza i responsabili del colpo sarebbero stati due giovani di circa 30 anni, probabilmente stranieri. I Carabinieri hanno dato immediato avvio alle ricerche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 409 volte, 1 oggi)