GROTTAMMARE – Lo scenario è quello di sempre. Gli ingredienti pure. O quasi. Perchè il Grottammare che nel tardo pomeriggio si è presentato alla stampa e alla città, rinnovando una tradizione che ormai si ripete da nove anni (tanti quanti sono gli anni di presidenza di Amedeo Pignotti) – tradotto: il Municipio e la vigilia del campionato – è pieno di facce giovani e di nuovi arrivati.
Un organico rivoltato come un calzino: gli innesti di Ionni, Maffucci, Napolano, Iampieri, Domanico, il rientro di alcuni giocatori in prestito, tanti altri ragazzi prelevati dal vivaio biancazzurro; c’è pure quel Tiziano Manfrin che, lasciata alle spalle una stagione travagliata nelle fila della Samb, ha finalmente detto “sì” al presidente Pignotti per diventare il nuovo responsabile del settore giovanile.
Ed è proprio il numero uno del sodalizio di via San Martino a parlare per primo, dinnanzi alla squadra e al fianco di mister Daniele Amaolo e al primo cittadino grottammarese Luigi Merli.
PIGNOTTI: MI E’ TORNATO L’ENTUSIASMO «Eccoci qua ragazzi. Vi faccio un grande in bocca al lupo» – ha esordito Pignotti, che poi, con fare serioso, ha preseguito: «Dopo nove anni tengo ancora le redini della società. E’ trascorsa un’estate difficile, di indecisioni, ma alla fine mi è tornato l’entusiasmo. Quanto e più di prima. Perchè? Primo: il fuggi-fuggi generale, quasi a significare che il Grottammare stesse “deragliando”, mi ha punto nell’orgoglio. Secondo: non si cancellano dalla mattina alla sera nove anni di lavoro e di impegno; mi sono sentito responsabilizzato nei confronti della società, dell’amministrazione e della città».
«Ci tengo a tal proposito a ringraziare quelli che sono rimasti, Del Moro per esempio, che dopo sette anni è ancora con noi, o Pulcini, che è tornato in un momento complicato, e quanti hanno scelto il Grottammare piuttosto che altre società. Segno che credono nel nostro progetto. Stesso discorso per il mister. Se qualcuno sostiene che il Grottammare in serie D rappresenta un miracolo sportivo, dico che da buon cristiano credo che altri miracoli possano avvenire».
MERCATO APERTISSIMO In merito ai rinforzi chiesti apertamente da mister Amaolo, il quale più volte ha lamentato la mancanza di un centrocampista e di un attaccante, Pignotti ha confermato che a stretto giro di posta il tecnico sangiorgese sarà accontentato.
«Conto di chiudere, tra poche ore (incontro in serata, nda) per un altro attaccante; un giocatore di esperienza, di categoria superiore. Qualche altra operazione potrebbe definirsi pure la prossima settimana».
AMAOLO CARICA I SUOI E Daniele Amaolo, dopo aver ringraziato la società per la fiducia riconfermatagli, ha spronato il gruppo a dare il massimo; a partire da domenica prossima, quando al Pirani scenderà il Riccione, per la prima di campionato. «Professionalità, impegno, coesione, entusiasmo. Questi saranno gli ingredienti che ci permetteranno di fare bene. Confido nell’aiuto dei più esperti per far crescere in fretta i più giovani, che sono tanti. Dobbiamo credere nelle nostre potenzialità ed essere consapevoli che rappresentiamo il nome di Grottammare in giro per l’Italia».
CHIUDE MERLI Il sindaco Luigi Merli è stato l’ultimo a prendere la parola. «Vedo tante facce giovani e questo mi riempe di gioia e mi fa capire che solo in categorie come la serie D si può respirare ancora il calcio genuino, disatante anni luce da quallo patinato e ormai marcio delle categorie superiori. Vi invito a dare tutto quello che potete per una società, il Grottammare, che giusto l’anno scorso è stato premiato dalla Federazione come uno dei club più “vecchi” del calcio italiano. Fatevi onore e tenete altro il nome di una città che fa fatica a riscaldarsi. Provateci».
«Ringrazio il presidente Pignotti – ha concluco Merli – che dopo nove anni ha deciso, pur tra mille difficoltà, di dare seguito al proprio mandato e proseguire il progetto Grottammare».
Di seguito riportiamo l’organico biancazzurro che a partire da domenica affronterà la nuova stagione di serie D.
Portieri
Edoardo Domanico, Valerio Addazi, Francesco Di Salvatore
Difensori
Paolo Del Moro, Carmine Costanzo, Marco Iampieri, Stefano Lignite, Simone Traini, Simone Oddi, Marco Pulcini, Gasparoni Di Matteo
Centrocampisti
Gabriele Puglia, Ettore Ionni, Eros Vergari, Davide Traini, Luca Marcatili, Regi Vrioni, Matteo Paoletti, Luigi Vinciguerra
Attaccanti
Roberto Maffucci, Stefano Assenti, Giordano Napolano, Gianluca Pasquini, Andrea Di Felice

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 593 volte, 1 oggi)