SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’estate volge al termine, torna d’attualità il problema dell’erosione costiera. Una mareggiata si è abbattuta, infatti, ieri mattina sulla spiaggia di San Benedetto, ‘divorando’ diversi metri dell’arenile. Particolarmente colpiti i primi chalet sul lungomare.

Proprio oggi, Giuseppe Ricci, presidente dell’associazione Imprenditori Turistici Balneari sezione Marche, in una nota ha chiesto intervento urgenti all’Amministrazione comunale per il rifiorimento delle scogliere: «Sulla questione dell’erosione costiera è calato il silenzio in questo momento cruciale che dovrebbe vedere invece l’inizio dei lavori, peraltro già appaltati nel marzo 2006 alla ditta Techical Edile Services di Nola di Bari. Gli imprenditori turistici balneari aderenti all’I.T.B. Marche chiedono a gran voce cosa si aspetti ancora per iniziare quest’urgente intervento e inoltre se verrà colta l’occasione di un ripascimento della spiaggia con la sabbia riportata dalla imminente escavazione dell’imboccatura del porto».

Ricci tiene alta la guardia anche sulle scogliere antistanti la rotonda di Porto d’Ascoli: «Il problema è ancora irrisolto. Oltre a produrre una forte erosione creano problemi gravi di allineamento della costa».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 508 volte, 1 oggi)