ASCOLI PICENO – Nuova, importante operazione di servizio del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno che ha inferto un duro colpo ai trafficanti di droga della provincia.Le indagini, avviate d’iniziativa dal Nucleo di Polizia Tributaria di Ascoli Piceno durante lo scorso gennaio, avevano preso le mosse dall’osservazione di piccoli spacciatori nella zona di Lido Tre Archi di Fermo; acquisiti i primi riscontri operativi, l’indagine è stata portata all’attenzione della Procura della Repubblica di Fermo e si è quindi ampliata, anche mediante il ricorso ad indagini tecniche, fino all’individuazione degli organizzatori, che trattavano quantitativi di cocaina pari ad un chilogrammo a settimana.

Le indagini si sono rivelate da subito particolarmente complesse perché l’organizzazione che si andava man mano delineando risultava composta essenzialmente da persone assolutamente insospettabili (imprenditori e professionisti), la gran parte residenti nei comprensori di Fermo e della Campania.

L’operazione ha riguardato il territorio delle province di Ascoli Piceno, Macerata, Ancona, Rimini, Napoli e Caserta, con perquisizioni ed arresti effettuati a Rimini, Porto San Giorgio, Fermo, Santa Vittoria in Matenano, Porto Sant’Elpidio, Servigliano, San Benedetto del Tronto, Caserta, Osimo, Pedaso, Petritoli, Sant’Elpidio a Mare, Monte San Giusto, Treia, Porto Recanati, Montappone ed ha svelato la presenza ed il tentativo di radicamento di una rete di spacciatori con a capo persone di Fermo e San Benedetto.

L’operazione si è conclusa ieri con un ragguardevole bilancio finale: 18 ordinanze di custodia cautelare in carcere, 8 persone tratte in arresto in flagranza di reato, 16 soggetti denunciati all’A.G. a piede libero.

L’importanza dell’operazione è evidenziata anche dalla quantità e tipologia dei sequestri fino ad oggi operati: oltre 200 grammi di cocaina, 8 autovetture (tra le quali, alcune di grossa cilindrata), 38 cellulari, 44 sim card, 62 bilancini per il confezionamento delle sostanze stupefacenti, oltre 70.000 euro in contanti.

Le indagini proseguono ora nell’intento di identificare ulteriori soggetti coinvolti nelle illecite attività di spaccio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.701 volte, 1 oggi)