SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabato 16 dicembre alle ore 11 la cittadinanza è invitata a una importante cerimonia che si svolgerà presso i locali del Museo Ittico “Augusto Capriotti”, il cui ingresso è in Banchina di Riva Malfizia, 19. Sabrina Cecchini, vedova del capitano di lungo corso Antonio Lattanzi, donerà ufficialmente la collezione di conchiglie (più di 3000 pezzi) che il marito ha scrupolosamente raccolto e classificato nei suoi lunghi viaggi intorno al mondo. La collezione è già esposta nei 570 metri quadrati di alcuni locali che si trovano al primo piano del Mercato Ittico, ma la cerimonia di sabato rappresenterà l’atto di inaugurazione ufficiale.

Si tratta dell’inizio di una serie di eventi e manifestazioni che si terranno in occasione del cinquantennale della fondazione del Museo Ittico. Nato nel 1956 per classificare tutte le specie ittiche che passavano per il porto sambenedettese e promosso dalla “Pescasportiva Giovanni Paoloni”, fu intitolato al professor Capriotti nel 1968 e si trova nell’attuale collocazione dal 1978. Dal 1997 il patrimonio del museo è di proprietà del Comune di San Benedetto.

Comune che, per bocca dell’assessore alla cultura Margherita Sorge, intende dare sempre più slancio alle attività museali della città realizzando anche un nuovo polo chiamato “Museo del Mare”.

Franco Civardi, presidente del comitato scientifico del museo, ha annunciato che per l’anniversario della struttura verranno organizzate tavole rotonde e conferenze sulla maricoltura. Ricordiamo che il museo è visitabile anche tramite un tour online, presso il sito www.museoitticocapriotti.it.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 559 volte, 1 oggi)