Ore 16.59: è iniziata la gara tra Samb e Ancona, valevole per la quinta ed ultima giornata del girone G di Coppa Italia di serie C. I padroni di casa attaccano sotto la curva Sud, ancora vuota.

Nel dettaglio le due formazioni.

SAMB: Chessari, Tinazzi, Varriale, Fanelli, Diagouraga, Landaida, Iovine, Dalla Rocca, Morante, Carlini, Olivieri. A disposizione: Consigli, Santoni, Loviso, Visone, Tulli, Desideri, Fragiello. Allenatore: Alessandro Calori.

ANCONA: Farelli, Masiero, Esposito, Arcuri, Ciccarelli, Fogacci, Ripanti, Borgese, Bucchi, Maggi, Mendil. A disposizione: Morello, Bocchini, Di Sauro, Surdo, Diotallevi, Rhudo, Mortellitti. Allenatore: Francesco Monaco.

Arbitro: Matteo Passeri di Gubbio.

Assistenti: Vanessa Maruccia e Antonio Parisse di Avezzano.

Samb e Ancona tornano a confrontarsi in Coppa Italia a distanza di 34 anni: l’ultima volta infatti accadde nella stagione 1972-73, con doppia vittoria rossoblu (2-0 e 4-1). In campionato invece il derby tra rivieraschi e dorici manca all’appello dal campionato 1988-89.

Le formazioni in campo – Samb in maglia bianca, Ancona con indosso la classica divisa biancorossa – sono quelle previste alla vigilia, coi due tecnici che danno spazio alle seconde linee – più i dorici a dire il vero. In casa rossoblu indisponibile il difensore Esposito, alle prese con uno stiramento all’inguine, dal 1° minuto Della Rocca e Carlini. Nelle fila biancorosse out gli squalificati Langella e D’Aniello, oltre al neoacquisto Sgarra, per problemi di tesseramento. Infortunati Ceccobelli, Staffolani e Bodini. Siede in tribuna l’ex Emilio Benito Docente, il quale domenica scorsa con una doppietta ha regalato alla squadra di mister Monaco i primi 3 punti stagionali.

Ancora nessuna occasione degna di nota. Le due squadre si studiano. Samb in campo nel canonico 4-3-3; mister Monaco opta invece per il 4-4-2. Scarso il pubblico presente, quantificabile attorno alle 500 unità.

11° Morante in area di rigore biancorossa viene bloccato dalla retroguardia ospite, la palla giunge a Olivieri, il cui tiro però è sballato.

12° Fischi per la quarantina di tifosi dorici che prendono posto in curva Sud. Al seguito gli striscioni Ultras, Cani Sciolti, Warriors e Diffidati. In Curva Cioffi circa 150 ultras compatti a fare il tifo per la squadra di mister Calori. Appesi gli striscioni di Baldi Giovani e Nucleo, unitamente alle “pezze” dell’ex 1977.

21° Sugli sviluppi del secondo corner della partita Fanelli poco al di fuori dell’area di rigore ospite cerca la testa di Morante, ma il numero 9 rossoblu non riesce ad agganciare lo spiovente.

24° Ancona pericolosa: Mendil appoggia per Bucchi che da una ventina di metri lascia partire un tiro che si spegne alto sopra la traversa difesa da Chessari.

27° Esposito serve Mendil che entra in area di rigore rossoblu; l’attaccante dorico però viene fermato da Diagouraga e Landaida, bravi a chiudere gli spazi.

31° Pericolo per la Samb; Maggi batte una punizione dall’out destro, la sfera spiove in area, Bucchi appoggia per il solito Mendil che si fa fermare da Diagouraga, puntuale a ribattere la conclusione del dorico.

34° Ancona in vantaggio. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo letteralmente regalato a Chessari, che si fa sfuggire la palla di mano, gli ospiti passano. Testa di Maggi per Mendil che a tu per tu con Chessari lo trafigge di piatto.

37° I padroni di casa provano a reagire: Iovine pesca Carlini che si fa tutto l’out destro per poi servire Morante, anticipato dalla retroguardia biancorossa che si rifugia in fallo laterale.

44° Ammonito Esposito per un brutto fallo su Carlini.

46° Dopo un solo minuto di recupero termina il primo tempo. Prestazione finora piuttosto opaca da parte della Samb che non ha avuto occasioni da gol nitidissime. Dei “nuovi” Della Rocca è apparso in ombra, al contrario di Carlini; l’ex Frosinone, molto vivace, ha percorso avanti e indietro la corsia destra senza soluzione di continuità. E’ costata cara l’ingenuità di Chessari, il quale ha regalato il corner dal quale è scaturito il vantaggio ospite. L’Ancona, pur non facendo grandi cose, ha dato l’impressione di controllare abbastanza agevolmente la gara, forte di una netta superiorità sulla linea mediana. In evidenza Mendil, gol a parte.

Ore 17.58 E’ iniziato il secondo tempo. Un cambio nell’Ancona: fuori Bucchi, dentro Mortellitti.

Subito in avanti la Samb che guadagna il quarto calcio d’angolo. Fanelli, direttamente dalla bandierina, impegna Farelli, che di pugno allontana.

Occasionissima per i rossoblu: discesa di Varriale sulla corsia sinistra; il numero 3 rossoblu mette in mezzo, ma Iovine non riesce a colpire bene la sfera, spedendola alta sopra la traversa. Samb comunque molto più vivace in questo avvio di secondo tempo.

Secondo cambio in casa dorica: dentro Di Sauro per Ripanti.

L’Ancona prova a mettere fuori la testa: punizione di Esposito da una venticinquina di metri. Chessari blocca senza problemi.

12° Olivieri vince un rimpallo, la palla giunge a Morante che nei pressi della “lunetta” dell’area di rigore dorica conclude in maniera però troppo debole e centrale.

15° Di Sauro pennella in mezzo dall’out sinistro: di testa Mortellitti impegna Chessari, che si distende e blocca la sfera.

16° Prima sostituzione in casa Samb: fuori Fanelli, dentro Loviso.

20° Ultimo cambio nelle fila doriche: Bocchini prende il posto di Ciccarelli.

24° Samb vicina al pareggio con Loviso: la punizione dell’ex Bologna è deviata dalla barriera dell’Ancona e si spegne poco al si sopra della porta difesa da Farelli. Sugli sviluppi del calcio d’angolo il colpo di testa di Diagouraga termina a lato.

25° Ammonito Morante, che calcia lontano la palla. Il gesto di nervosismo dell’ex Pro Vasto viene punito dall’arbitro col giallo.

28° Samb ancora in avanti: angolo di Loviso per la testa di Della Rocca – meglio in questa seconda frazione di gioco – la palla però finisce fuori.

32° Loviso serve in profondità Morante che al limite dell’area di rigore dorica si fa rintuzzare la sua conclusione. Samb che si rende protagonista di buone manovre, ma che poi negli ultimi 16 metri sembra smarrirsi.

35° La Samb reclama il rigore – l’impressione, almeno dalla tribuna, è quella – Di Sauro stende Tinazzi, autore di una prolungata azione solitaria. Per il signor Passeri di Gubbio tutto regolare. Nella circostanza ammonito Loviso per proteste.

36° Seconda sostituzione per la Samb: dentro Fragiello per Carlini, autore di una prestazione tutto sommato sufficiente.

38° Samb vicina al pareggio: Morante serve Fragiello; l’ex Sassuolo aggira l’estremo difensore dorico ma si defila troppo e permette a Fogacci di rifugiarsi in angolo.

45° Loviso su calcio piazzato pesca la testa di Fragiello. Alto

Ore 18.46 Dopo tre minuti l’arbitro fischia la fine facendo infuriare pubblico e Samb, visto che i padroni di casa stavano per battere un calcio d’angolo. Samb che in ogni caso rimedia la terza sconfitta della stagione – peraltro con identico risultato (1-0). Pagata a caro prezzo l’ennesima distrazione difensiva. Samb-Ancona 0-1.

GIRONE G: PASSA IL SAN MARINO Nell’altro incontro del girone G, nel pomeriggio il San Marino ha superato il Gubbio 2-0 grazie alle reti di Ferrari e Giorgietti. Con questo successo i Titani salgono a quota 8 nella classifica generale, scavalcando il Foligno, che oggi riposava, a 7. Seguono Ancona (6), Samb (4) e Gubbio (2).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.857 volte, 1 oggi)