SAN BENEDETTO- Da quest’anno anche San Benedetto rientra nel circuito della manifestazione musicale “Settembre in Musica”, arrivata al X° anno. Ad annunciarlo stamattina è stato l’assessore comunale alla cultura Margherita Sorge insieme alla sig. Sforza organizzatrice dell’evento, alla referente per le scuole della rassegna, prof.ssa. Cianci e la referente per San Benedetto Liliana Palladino.
Patrocinata dalla Provincia e dal Comune di San Benedetto sotto la direzione dell’Associazione Ascoli Piceno Festival, la manifestazione abbraccerà, fino al 23 settembre, tutti i luoghi caratteristici del Piceno con concerti di musica classica che si svolgeranno all’interno di importanti luoghi d’arte: per San Benedetto del Tronto la Chiesa di San Giuseppe edificata nel 1883, che custodisce al suo interno importanti opere del pittore sanbenedettese Armando Marchigiani e del prof. Tevernier, è stata scelta per ospitare il 15 settembre, alle 21.00, il concerto di un quartetto classico che si cimenterà in un’aria tratta dal “Flauto Magico” di W.A. Mozart.
Un altro appuntamento concertistico si terrà il 19 settembre presso l’auditorium del Comune, esclusivamente appannaggio delle scuole superiori(in particolare Liceo Classico, Scientifico e Ipsia).
L’anno prossimo il nostro comune parteciperà maggiormente nella realizzazione di questo evento è sarà presente anche nella manifestazione “Un Artista, Un Monumento”, sempre organizzata dall’Ascoli Piceno Festival. L‘organizzatrice, Maria Gioia Sforza, fa presente che questo tipo di eventi sono necessari per aumentare la sensibilità dei cittadini non solo verso la musica ma anche verso la tutela del territorio e delle opera d’arte:« “UnArtista e un Monumento” è un festival (quest’anno durerà fino al 14 ottobre), essenziale per valorizzare i “contenitori” artistici nei vari luoghi del Piceno e d’Italia attraverso la musica classica».Secondo l’assessore Sorge, il prossimo anno anche la nostra città potrebbe prendere parte attivamente a questa seconda manifestazione, magari mettendo a disposizione varie location particolari (come la Palazzina Azzurra) o sensibilizzando le scuole locali a partecipare numerose, estendendo il circuito dei concerti anche alle strutture scolastiche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 327 volte, 1 oggi)