SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il bottino della nazionale italiana di pattinaggio su corsa, reduce dai Mondiali coreani, conclusi lo scorso 9 settembre, parla di undici medaglie (due ori, tre argenti e sei bronzi) messe al collo.
Ad Anyang, dove si è tenuta la sette giorni di gare su pista e su strada – la competizione era riservata alle categorie Junior e Senior – era presente anche una delegazione di atleti sambenedettesi, parte integrante della selezione azzurra del ct Giovanni Martigno. Si tratta di Laura Lardani della Pattinatori Sambenedettesi e di Davide e Matteo Amabili e Vittorio Renzi della Riviera delle Palme Skating in Line.
I risultati più importanti sono stati ottenuti proprio dai due Amabili: Davide ha guadagnato un bronzo nei 20.000 metri ad eliminazione Juniores, mentre Matteo ha sfiorato il podio piazzandosi quarto nella 10.000 metri Senior, giusto dietro il compagno di squadra Davide Romani. Segnaliamo peraltro il sesto posto di Vittorio Renzi nella 1.000 metri Junior.
Nulla di fatto infine nella giornata conclusiva: nella maratona infatti Massimiliano Presti, portacolori della Skating Tombolini Motor Company, ma allenatore della Riviera delle Palme Skating in line, non è andato oltre ad un quarto tempo, alle spalle dello specialista Francesco Zangarini, il quale ha firmato l’undicesimo podio azzurro.
Un’esperienza comunque formativa e fondamentale quella asiatica, per consentire al pattinaggio sambenedettese di continuare una parabola ascendente in essere ormai da tanti anni. Il tutto, lo ripetiamo, a dispetto di strutture inadeguate e fatiscenti e, non è una novità, di uno scarso interesse da parte degli sportivi e degli organi di informazione locali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 822 volte, 1 oggi)